Casale Monferrato, 11 aprile 2022 – Sebbene segnato da un forte incertezza, il 2020 è stato un anno importante per Zerbinati, azienda leader in Italia nella produzione di verdure fresche e di piatti pronti al consumo, che nonostante le difficoltà del periodo contrassegnato dalle pesanti conseguenze sociali ed economiche generate dall’emergenza sanitaria per il Covid, ha dato nuovo impulso allo sviluppo del proprio modello di business sostenibile ed inclusivo, segnando un fatturato di più di 45 milioni di euro.

Su questa spinta è stato redatto il Bilancio di Sostenibilità volontario di Zerbinati relativo all’esercizio 2020, un primo passo importante che testimonia il costante impegno dell’azienda verso i propri stakeholder nel comunicare e fornire un preciso rendiconto sulle tematiche sociali, ambientali e di governance afferenti alla responsabilità d’impresa.

Il bilancio, redatto con il supporto di Deloitte rendicontando una selezione degli Standard della Global Reporting Initiative (GRI), non è solo una presentazione dei risultati ma la documentazione di un approccio strategico e operativo che si realizza in azioni concrete e che pone in primo piano:

  • il tema SOCIALE con la gestione del benessere e dello sviluppo delle risorse umane, della salute e sicurezza sul lavoro (Zerbinati conta 213 dipendenti e più di 50 collaboratori esterni); della soddisfazione dei clienti e della qualità e sicurezza di prodotto, garantiti da alti standard qualitativi, da due stabilimenti produttivi certificati IFS (International Food Standard), BRC (British Retailer Consortium), Biologico e da una catena di fornitura responsabile; l’attenzione e il supporto alla comunità locale;
  • il tema AMBIENTALE con la responsabilità verso le risorse idriche, energetiche ed emissioni, che ha permesso una riduzione significativa nel 2020 delle emissioni climalteranti da consumi di gas metano, diesel e benzina e il decremento del 23% per le emissioni indirette che derivano dal consumo dell’energia elettrica; la gestione dei rifiuti e degli imballaggi, che ha portato all’utilizzo di packaging eco-sostenibili, di vaschette composte dal 90% di plastica riciclata per la gamma Lunch Box e alla riduzione dell’uso di carta nel packaging secondario per la gamma di Burger vegetali;
  • il tema GOVERNANCE seguendo principi etici, integrità e trasparenza e perseguendo la ricerca come motore per l’innovazione di prodotto per un minore impatto ambientale.

Il Bilancio di Sostenibilità 2020 rappresenta per Zerbinati, presente da più di 50 anni sul mercato italiano, uno strumento importante che pone le basi per un continuo miglioramento aziendale secondo un approccio trasparente e di valore, guidato dall’impegno e dalla passione.

Il Bilancio “volontario” è stato per noi un lavoro importante e a nostro avviso necessario dato che, ormai da molti anni, abbiamo integrato all’interno del nostro modello di business i drivers di sostenibilità.” – dichiara Simone Zerbinati, Direttore Generale di Zerbinati Srl – “Il Bilancio è un documento consultabile sul nostro sito, redatto da Deloitte, grazie anche alla partecipazione attiva del team Zerbinati, che ringraziamo molto e a cui va la nostra stima per la capacità e l’impegno di contribuire ogni giorno al progresso dell’azienda. Questo documento rappresenta un punto di partenza, una mission che si proietta in avanti nel tempo e che conferma la nostra volontà di perseguire gli obiettivi nel pieno rispetto dell’uomo e dell’ambiente. Ma anche nel rispetto della storia della nostra impresa famigliare, non a caso il Bilancio si riferisce proprio all’anno del 50° anniversario dell’azienda, a testimoniare come tradizione e innovazione siano per Zerbinati valori fondamentali per una crescita virtuosa.”

“Anche per questo un ringraziamento speciale – aggiunge Simone – lo vogliamo dedicare a mio nonno, Ferdinando Zerbinati, recentemente scomparso, pioniere e fondatore dell’azienda, la cui visione lungimirante e impostazione di business trasparente e attenta al territorio ha posto le basi per costruire la Zerbinati di oggi.”


NOVITÀ

IL SUPPLEMENTO
A CSROGGI MAGAZINE DI OTTOBRE.
Per saperne di più
clicca qui

Share This