L’uomo della strada

 

 

 

Non molto tempo fa avevo sottolineato come molti studiosi continuassero a ripetere che non possiamo proprio fare a meno degli alberi che sono quanto di meglio esista per combattere la CO2.
Ma sembra, in questo periodo, che questo tipo di attenzione faccia fatica a trovare posto nella condivisione della gente.
Quindi quando si vede il sorgere di qualche buona intenzione, val la pena segnalarlo.

E proprio su questo tema, degli alberi, ho avuto modo di imbattermi in qualche notizia che mi sembra bello riprendere. Alcune aziende hanno voluto scegliere come premi/incentivi ai propri concorsi o alle proprie attività di marketing, indovinate un po’, proprio la piantumazione di alberi.

Tra tutte vi riporto «Una polizza, un albero». Si tratta di una campagna di sensibilizzazione ambientale di Vera Financial, società del Gruppo Cattolica Assicurazioni, e Banco BPM, che contribuirà a ripopolare alcuni dei boschi distrutti in seguito alla tempesta che ha colpito il Trentino nel 2018.

Verrà effettuata una donazione, per la piantagione e la crescita di un albero, per ogni polizza “Futuro Sostenibile 2.0” sottoscritta fino al 31 dicembre 2021 dalla clientela di Banco BPM. Ogni donazione supporterà il rimboschimento di un’area forestale grazie alla partnership siglata con Trentino Tree Agreement.

Questa iniziativa si accorda a quanto indicato da due dei 17 Obiettivi dell’Agenda 2030, definiti dall’ONU per realizzare un futuro migliore e sostenibile per tutti, e cioè l’Obiettivo 15 “Proteggere, ripristinare e favorire un uso sostenibile dell’ecosistema terrestre” e l’Obiettivo 13 “Promuovere azioni, a tutti i livelli, per combattere il cambiamento climatico”.

Non mi sembrerebbe una brutta idea se questa idea fosse copiata anche da molti altri.

Ugo Canonici

 

 

Share This