Torino (TO), 31 maggio 2022 – OSAI (Ticker OSA), società attiva nella progettazione e produzione di macchine e linee complete per l’automazione e il testing su semiconduttori, comunica di aver approvato e pubblicato il Bilancio di Sostenibilità per l’anno 2021, redatto in conformità ai GRI Standards del Global Reporting Initiative e con riferimenti puntuali agli SDG’s – i Sustainable Development Goals (SDG’s) dell’ONU, per rendicontare come, attraverso la propria attività, l’azienda possa contribuire al raggiungimento degli Obiettivi dell’Agenda 2030 dell’ONU.

Il 20 maggio scorso Il Sole 24Ore in collaborazione con Statista, azienda leader delle ricerche di mercato e specializzata in ranking e analisi di dati aziendali, ha inserito Osai all’interno della classifica delle 200 aziende italiane che si sono distinte in tema di sostenibilità, conferendole il premio di Leader della Sostenibilità 2022.

Unica Società quotata su EGM (Euronext Growth Milan) appartenente al settore dell’automazione industriale ad essere stata premiata, Osai ha ottenuto, inoltre, il Rating ESG dalla Società indipendente ECOVADIS, una delle più importanti agenzie internazionali di valutazione della sostenibilità sociale ed ambientale, che le ha attribuito la “medaglia d’argento” posizionandola all’intero del 74-esimo percentile con punteggi maggiormente elevati nelle aree Ambiente e Lavoro – Diritti Umani.

 Principali Risultati del Report di Sostenibilità Osai 2021
Il 2021 è stato un anno di importante consolidamento delle attività rivolte alla sostenibilità a seguito della ripresa della produttività aziendale, che nel 2020 aveva risentito pesantemente della Pandemia e che ha visto nel corso dello stesso anno la pubblicazione del primo report di Sostenibilità della Società.

Il Bilancio di Sostenibilità dell’esercizio 2021 ha messo in luce molti aspetti ambientali e di governance, ma soprattutto ha rendicontato l’impegno profuso sui temi rivolti al capitale umano e al Sociale, aspetti molto rilevanti per la Società.

Confermati, rispetto al 2020, gli obiettivi di sviluppo sostenibile dell’ONU identificati nella Matrice di Materialità di Osai.

 L’anno 2021 ha evidenziato importanti performance tra le quali:

  • Il 100% dell’energia elettrica proveniente da fonti rinnovabili, con zero emissioni di CO2.
  • Un livello di autoconsumo di poco inferiore al 50% dell’energia totale consumata grazie al parco fotovoltaico di Osai – pari a 263 kWp;
  • Consumi idrici in riduzione nel triennio (-16,2% nel confronto 2021-2019) sempre più vicini all’obiettivo di 35 litri per giornata lavorativa/lavoratore;
  • Il 96,3% del totale di rifiuti prodotti (27,1 tonnellate) avviati a riciclo;
  • Oltre il 12% del parco auto aziendale composto da vetture ibride/elettriche o plug-in;
  • 40 tonnellate di CO2 equivalenti risparmiate grazie ad oltre 8.000 giornate di smartworking effetuate dal personale OSAI nel 2021;
  • 29,8 ore medie/annue di formazione per dipendente;
  • Selezione dei fornitori basata su criteri sociali e ambientali – oltrechè prestazionali – per una valutazione rigorosa della Supply Chain secondo il Codice Etico OSAI e le Procedure ISO 9001:2015 e 14001:2015 in essere.
  • Il 64% degli Obiettivi di sostenibilità triennali (2021-2023) raggiunti riguardanti: emissioni di gas serra, tutela delle diversità e pari opportunità, anticorruzione, benessere dei dipendenti e R&D e innovazione.

In termini economici, Osai mostra una crescita media annua del +13,4% con ricavi pari a 38,8 milioni di euro, di cui il 7,8% (pari a 2,54 mln) sono stati investiti in Ricerca e Sviluppo, area rafforzata dall’attività del Comitato Innovazione & Sviluppo che promuove l’innovazione e la ricerca in azienda e supporta il Consiglio d’Amministrazione nelle decisioni strategiche. ll costante impegno nell’ambito dell’innovazione consente alla Società non solo di soddisfare con standard sempre più elevati le richieste e le esigenze dei clienti, ma anche di collaborare con realtà internazionali affermate grazie anche alla partecipazione a progetti Europei: gli investimenti nel 2021 hanno interessato 10 progetti con applicazioni in diverse aree di interesse strategico per la Società tra le quali l’e-mobility, la circular economy e il processo di addizione per il Silicon Carbide. Di particolare interesse nell’ambito della urban mining il progetto “Re4M”, ideato per il riciclo efficiente dei rifiuti elettronici (RAEE) e per la trasformazione in nuova materia prima.

Nel 2021 il numero dei dipendenti è salito a 197 unità, +13,9% rispetto al 2019 con un età media complessiva dei dipendenti stabile intorno ai 42 anni.

L’attenzione al personale è uno dei punti di forza di Osai, molto attenta al work-life-balance, ottenuto tramite lo smartworking, la flessibilità dell’orario di lavoro, il piano di welfare aziendale integrato con assicurazioni sanitarie e previdenziali e finanziamenti agevolati.

Il Bilancio di Sostenibilità evidenzia il dato di zero malattie professionali e un infortunio nel triennio rendicontato, non legato a criticità sui processi o nelle procedure per la salute e sicurezza dei lavoratori.

Da segnalare inoltre che nel 2021 è stata avviata in OSAI la nuova valutazione preliminare del Rischio Stress Lavoro Correlato; l’Azienda ha voluto cogliere questa attività come un’importante opportunità per poter meglio comprendere le aree a rischio e implementare piani di miglioramento dedicati per aumentare il benessere lavorativo.

Tra i progetti di sostenibilità sociale sul territorio: nel 2021 l’Azienda ha proseguito il proprio impegno supportando diverse iniziative sul territorio con finalità sociali a favore dello sviluppo socio-economico della comunità del Canavese in particolare quelle dedicate all’inclusione sociale in azienda, collaborando con enti pubbli e privati con lo scopo di inserire nel mondo del lavoro soggetti con disabilità (Progetto Atlantide).

Nel corso del 2021, OSAI ha avuto l’onore di ricevere importanti riconoscimenti a livello nazionale, che racchiudono profondamente i valori che da sempre l’Azienda trasmette dentro e fuori i suoi stabilimenti:

  • Imprese Vincenti 2021 – Filiera e Territorio”, progetto di Intesa Sanpaolo per la valorizzazione delle piccole e medie imprese italiane;
  • Campioni dell’Export 2022”, promosso e realizzato da Statista e Il Sole 24 Ore, dedicato alle storie di innovazione, caparbietà, sostenibilità, delle imprese nazionali che rappresentano storie d’eccellenza nel mondo;
  • “Women Value Company”, dedicato alle piccole e medie imprese pubbliche e private che si distinguono nella gestione della gender diversity con politiche di sviluppo innovative e inclusive.

Fabio Benetti, CEO di OSAI, ha commentato: “L’affermazione del sustainability thinking e della sua importanza a livello globale, rappresenta un risultato che mai potevamo immaginare solamente qualche anno fa. L’impegno di OSAI verso la sostenibilità, rendicontato in questo secondo report, si riscontra nella continua ricerca di nuove opportunità di business orientate verso applicazioni strategiche legate al mondo dell’economia circolare. Nel corso del 2021 sono proseguiti infatti gli investimenti legati al progetto “Re4M – Recycling For Manufacturing” che a seguito del grande successo riscosso in occasione della fiera Ecomondo di Rimini, alla quale Osai ha partecipato in ottobre, ha rafforzato la convinzione secondo la quale l’automazione in ambito recycling rappresenterà nei prossimi anni il key factor, l’elemento tecnologico indispensabile per rendere efficienti i processi di riciclo dei materiali, quindi la creazione di valore dal rifiuto”.

Copia integrale del Bilancio di Sostenibilità 2021 di Osai è disponibile sul sito https://osai-as.com/bilancio-di-sostenibilita

Share This