« (…) Sostenibilità significa per noi fondamentalmente responsabilità: responsabilità economica, attraverso la creazione di valore d’impresa operando in maniera etica e sostenibile; responsabilità verso i clienti, offrendo loro una relazione improntata alla libertà e al rapporto umano e innovando costantemente per offrire servizi sempre migliori; responsabilità verso i collaboratori, garantendo un ambiente di lavoro positivo, premiante, organizzato, in cui esprimere il proprio talento al servizio del cliente e dei colleghi; responsabilità verso la collettività e l’ambiente, impegnandosi a contribuire alla creazione di una vita migliore per la collettività ponendo al centro l’attenzione verso le persone e il pianeta.

La nostra responsabilità economica viene dimostrata dalla solidità del modello di business di Banca Mediolanum che ha consentito di registrare uno dei migliori livelli di Utile Netto della storia del Gruppo, pari a 434 milioni di euro, nonostante l’emergenza pandemica del Covid-19 abbia avuto forti ripercussioni anche sui mercati finanziari. Gli investimenti effettuati negli anni per digitalizzare i processi quanto più possibile hanno consentito, anche nei mesi di lockdown più stretto, di operare in continuità, senza ridurre il livello di servizio offerto ai clienti e mantenendo in sicurezza collaboratori, Family Banker e dipendenti attraverso il remote working. Significativo è stato il contributo di tutte le linee di business, che grazie agli ottimi risultati commerciali conseguiti, hanno prodotto un positivo impatto sul bilancio del 2020, permettendo al Gruppo di raggiungere un patrimonio complessivo record, con Masse Amministrate e Gestite per 93,3 miliardi di euro. Le erogazioni di credito non si sono mai fermate, totalizzando nell’anno oltre 3 miliardi di euro tra mutui e prestiti concessi, portando il totale degli Impieghi alla Clientela a 12,1 miliardi di euro e mantenendo il Costo del Rischio a 16 punti base, livello di assoluta eccellenza nel panorama bancario. Dal punto di vista della solidità patrimoniale del Gruppo, il Common Equity Tier 1 Ratio al 31 dicembre ammonta a 20,4% e si posiziona così ai massimi livelli.

La nostra responsabilità verso i clienti ci ha spinti a mettere in atto, sin dall’inizio, numerose iniziative a supporto dei clienti in questo periodo di emergenza COVID-19, con la consapevolezza della responsabilità che il Gruppo stesso assume in un’emergenza lunga, profonda che presenta ancora oggi molti lati poco noti. Abbiamo infatti contribuito, attraverso misure di sostegno come finanziamenti e fondi di garanzia a per aiutare i nostri clienti, liberi professionisti e piccole e medie imprese. Il Gruppo ha inoltre lanciato prodotti responsabili, in linea con i principi ESG (Environmental, che riguarda l’impatto su ambiente e territorio; Social, che comprende iniziative con un impatto sociale; Governance, che riguarda aspetti più interni all’azienda e alla sua amministrazione) che coniugano la ricerca di valore nei mercati azionari e nel lungo periodo, con una visione economicamente sostenibile e responsabile dal punto di vista sociale e ambientale. Il 2020 ha visto la nascita di Flowe, una better being plat-firm, cioè una piattaforma aziendale dedicata al costante miglioramento di un servizio bancario innovativo e completamente digitale, per chi tiene alla sostenibilità, al benessere individuale e all’evoluzione sociale e ambientale. Flowe è, nella sua essenza, l’impegno presente per un futuro migliore. Nello statuto della società trova spazio, oltre alla responsabilità del conto economico, l’impatto sociale e ambiente definito dal raggiungimento delle finalità specifiche di beneficio comune, ovvero promuovere la consapevolezza del proprio benessere e educare le nuove generazioni alla cosiddetta “Innovability” (Innovazione e Sostenibilità).

La responsabilità verso i nostri collaboratori si realizza anche attraverso la piena tutela dei diritti e della salute degli stessi, ovvero aspetti prioritari in un contesto come quello generato dalla pandemia. Notevole è stato lo sforzo del Gruppo per implementare ed ampliare una serie di attività e processi interni necessari a cambiare repentinamente e con successo il modo di lavorare, garantendo l’operatività e rendendo sicuri gli ambienti lavorativi. Numerose sono state le iniziative pensate e adottate anche per il sostegno economico, psicologico ed organizzativo alle famiglie. La priorità è stata quella di mettere in sicurezza tutti gli spazi lavorativi e tutte le aree comuni, garantendo l’attuazione delle disposizioni normative e la sicurezza degli oltre 2.800 dipendenti nei 4 diversi Paesi in cui il Gruppo opera. Altrettanto importante è stata l’attività di evoluzione delle azioni di aggiornamento riguardanti gli strumenti di gestione della prestazione e di sviluppo del personale arricchendo l’offerta formativa rivolta sia ai dipendenti che ai Family Banker.

La nostra responsabilità verso la collettività e l’ambiente si esprime attraverso azioni ed iniziative concrete a supporto della comunità e a tutela dell’ambiente in cui il Gruppo opera. Nell’attuale contesto economico, in cui sono sempre più vaste le aree di vulnerabilità, il Gruppo ha contribuito, attraverso donazioni e raccolte fondi, alla ricerca scientifica, all’acquisto di attrezzature necessarie a favore degli ospedali italiani impegnati in prima linea nell’emergenza sanitaria. Mentre, nell’ambito dei finanziamenti ad alto impatto sociale, sono proseguite con impegno, iniziative di microcredito e antiusura, con l’obiettivo di facilitare l’inclusione finanziaria anche con l’impegno concreto nelle attività del prestito di soccorso. Al 31 dicembre 2020 il plafond rotativo messo a disposizione da Banca Mediolanum è pari a 2.150.000 euro, i prestiti erogati raggiungono un totale di 1.438.840 euro.

Fondazione Mediolanum Onlus, che ha l’obiettivo di sostenere progetti in favore dell’infanzia disagiata con progetti che riguardano l’istruzione di base, la possibilità di imparare un mestiere e la soddisfazione dei bisogni primari come cibo, alloggio, vaccinazioni e cure mediche, nel corso del 2020 ha erogato un totale pari a euro 3.667.534, con un incremento del 18% rispetto all’anno precedente.

La tutela dell’ambiente costituisce un aspetto basilare nella responsabilità di impresa, privilegiando l’adozione, nei processi aziendali, di soluzioni innovative che riducano al minimo i consumi, o prevedano l’utilizzo di risorse a ridotto impatto ambientale, mantenendo elevati standard di efficienza e sicurezza. Tutte le realtà del Gruppo hanno investito nell’adozione e applicazione di misure, politiche e comportamenti volti alla tutela ambientale, in piani e attività mirati alla riduzione degli impatti e con progetti volti all’utilizzo responsabile delle risorse. In generale, le azioni concrete che Banca Mediolanum ha attuato nel corso del tempo, e finalizzate ad una politica di sostenibilità ambientale, richiedono l’adozione di comportamenti, anche da parte di terzi, volti alla salvaguardia dell’ambiente, anche attraverso la scelta dei nostri fornitori, privilegiando coloro che improntano la loro attività alla sostenibilità ambientale e sociale.

Le azioni e i risultati raggiunti nel 2020 riportati nella Dichiarazione Consolidata di Carattere Non Finanziario danno conto della portata dell’impegno del Gruppo nel campo della sostenibilità, che sempre più è al centro delle scelte e delle valutazioni dei nostri stakeholder, e sono da incentivo per noi per procedere in questa direzione, anche per offrire un migliore futuro.»

(dalla lettera di Massimo Doris, Amministratore Delegato di Banca Mediolanum, agli stakeholder)

Scarica la Dnf 2020 del Gruppo Mediolanum

Share This