L’Associazione Italiana Formatori con il Premio giunto alla VI edizione, mira a diffondere le buone pratiche inerenti ai percorsi di apprendimento e valorizzazione del capitale umano e dello sviluppo organizzativo, valutati nel merito e in base ai risultati ottenuti a livello individuale, collettivo e di organizzazione interna.

Il prestigioso titolo riconosce l’impegno di Travel for business e di Unindustria Reggio Emilia nell’aver sviluppato un progetto generativo di “nuova cultura per la mobilità sostenibile aziendale”.

La decisione di attribuire questa menzione speciale è stata presa dal Presidente di Giuria, Antonella Parigi, già assessora alla Cultura e al Turismo della Regione Piemonte e fondatrice del Circolo dei Lettori. Il progetto menzionato nella sezione “Arte, Cultura e Turismo”, ha tenuto conto nella valutazione di vari criteri incentrati sul tema della Sostenibilità, intesa nella più ampia accezione del termine come Formativa, Organizzativa ed Ecologica e ai molteplici sviluppi che ne conseguono.

La cerimonia di premiazione si è tenuta presso la Sala Bobbio del Palazzo Ex Curia Maxima il giorno 14 ottobre ’21 alle ore 15:00 con la presenza del direttivo AIF, le importanti giurie indipendenti delle otto aree tematiche e una nutrita rappresentanza di dirigenti di aziende e stampa.

“Questo premio dimostra la dedizione di Travel for business nei confronti delle tematiche della mobilità sostenibile e della collettività, che si concretizza attraverso lo sviluppo di percorsi formativi, di consulenza e di condivisione con la propria community e dall’impegno costante ad assistere le aziende sulle questioni oggi centrali per tutta la comunità”, ha dichiarato Rosemarie Caglia, CEO di Travel for business.

Il progetto parte dalla necessità e dalla volontà di Unindustria Reggio Emilia di formare, supportare e coordinare le aziende del territorio e ad essa associate, per la realizzazione di progetti di mobilità sostenibile e per la nomina del Mobility Manager aziendale in conformità del DM Rilancio 2020.

“Siamo onorati di questa menzione che dimostra l’impegno di Unindustria Reggio Emilia nel supportare i propri associati nelle diverse tematiche della sostenibilità. Aver intrapreso un percorso virtuoso in grado di sostenere le aziende e le nomine dei mobility manager del territorio ha potuto consentire ai nostri associati di sviluppare elevate capacità di gestione della mobilità sostenibile e raggiungere, attraverso un confronto attivo e una formazione adeguata e all’avanguardia, maggiore consapevolezza e competenze organizzative e strategiche”, ha affermato Bruno Marconi Responsabile d’Area Territorio e Urbanistica di Unindustria Reggio Emilia.

La menzione riconosce i valori fondamentali di questo progetto quali la capacità di aver fatto partecipare ad un progetto comune aziende del territorio di diverse dimensioni, settore e cultura in un ambiente stimolante e ricco di opportunità, per incidere positivamente sugli spostamenti quotidiani dei dipendenti e realizzare insieme soluzioni e benefici tangibili per la collettività e le imprese. Il progetto ha coinvolto già nella prima attività oltre 2000 dipendenti dell’area.

I diversi momenti di formazione e di confronto hanno permesso agli associati di orientarsi su soluzioni come il decongestionamento del traffico nelle aree urbane con riduzione dell’uso del mezzo privato individuale e scelta di mezzi più sostenibili, il miglioramento di servizi e dei costi di mobilità per i collaboratori, anche attraverso l’uso delle tecnologie innovative. Inoltre, il modello formativo e il focus group appositamente ideato ha rafforzato l’ascolto delle esigenze di mobilità dei dipendenti e ha consentito di identificare i compiti e le figure professionali interne alla azienda per la mobilità sostenibile secondo il DM.

“L’impegno delle aziende verso la mobilità sostenibile non è e non sarà solo una moda passeggera.
Rappresenta un obbligo di responsabilità sociale oltre che normativo. La formazione in questa fase è fondamentale per raggiungere la piena consapevolezza sugli obblighi e sulle opportunità, ha il compito di trasformare le buone intenzioni in azioni, la teoria in pratica” ha dichiarato Ivano Gallino, esperto di mobility management e partner di Travel for business.

Travel for business collabora in Italia con importanti aziende per progetti di mobilità sostenibile e realizzazione di Piani di Spostamento Casa Lavoro. Un’attività svolta innanzitutto con passione per i temi della sostenibilità e dalla concreta esperienza e una metodologia sperimentata che offre benefici, nuove soluzioni per la mobilità aziendale, con innovazione tecnologica, principi di sostenibilità, sicurezza e rispetto per l’ambiente e le persone.

 

 

Share This