L’editoriale

 

 

 

Una premessa: l’edizione di CSRoggi assume da questo numero un formato stampa diverso.
Il passaggio alla brossura si è reso necessario per l’incremento della fogliazione e per rendere il prodotto più fruibile.
Non è detto che questa soluzione sia la definitiva, il futuro è prodigo di fatti che ci incoraggiano e l’allargamento delle tematiche relative allo sviluppo sostenibile ci incoraggiano sempre più.

Il tema dell’innovazione non è nuovo in Redazione: nel nostro ultimo Convegno pre-Covid-19 del 21 novembre 2019 avevamo già accostato il tema dell’Innovazione a quello della Sostenibilità.
In questo numero riprendiamo la tematica dell’Innovazione Sostenibile attraverso il racconto di alcuni protagonisti che storicamente hanno nel DNA l’obiettivo del cambiamento attraverso azioni documentabili.

Il raccontare è la scelta della forma comunicativa del nostro Magazine.
Ce lo ripetiamo sempre.
Riteniamo che il racconto sia il modo migliore per favorire la conoscenza.
La forma della testimonianza permette di leggere l’esperienza che è il livello più efficace per documentare qualche cosa che può suscitare curiosità, stupore e far sorgere personali prese di posizione.

La Sostenibilità non ha bisogno di astrattezza per entrare nella vita delle aziende, e nemmeno di progetti futuri con tempo indefinito – mi riferisco a il “faremo” e “abbiamo pensato che dobbiamo fare” – nemmeno il solo desiderio tiene nel tempo.
L’astrattezza senza la documentazione dell’esperienza tende ad allontanare ogni stimolo nuovo e a ridursi a parere, idea buona e giusta, ma applicazione aleatoria e spesso inaffidabile.
Il Racconto corroborato dall’esperienza è uno stimolo non solo al sapere, ma soprattutto al coinvolgimento personale, al paragone, all’immediata riflessione sulla fattibilità.

Una frase famosa di Jean Guitton ci conferma” Ragionevole è chi sottomette la ragione all’esperienza” (da “Arte Nuova di pensare” – Ed. Paoline, Roma, 1981). Una frase del celebre pensatore che sinteticamente indica il privilegio dato alla testimonianza.
Spesso il racconto viene tradotto in una intervista–documentazione: un modo di fare un racconto di vita che ha valore.

Nel numero 2/2021 di CSRoggi sono molte le aziende che si raccontano.
Non possiamo citarle tutte: ne proponiamo alcune che indicano come l’innovazione sia entrata nel DNA della Sostenibilità come protagonista.

ACEA, ad esempio, ha uno slogan che rilanciamo “Dietro a una Roma moderna c’è ACEA”.
La programmazione e gli investimenti nel settore idrico ed elettrico sono notevoli. La stessa pianificazione futura investe totalmente il sistema distributivo a favore della città e dei territori vicini.

Questo magazine è tra i primi che dà notizia del Vaccino Anti Covid-19 della JANSSEN di Johnson&Johnson attraverso le parole di Massimo Scaccabarozzi suo Amministratore Delegato nonché Presidente di Federfarma. Sono informazioni utili per conoscere meglio questo vaccino e accostarlo con sicurezza.

Il pastificio Andriani inaugura una fabbrica modernissima per produrre pasta senza glutine: una realtà industriale del Sud all’avanguardia nell’innovazione, all’insegna della salute con prodotti naturali.
Medtronic presenta progetti impostati con le Università per la formazione di giovani.

L’applicazione di nuove tecnologie al settore agro-alimentare è il racconto di Syngenta, mentre RE2N tratta della “ri-sintonizzazione” della CSR con la tecnologia digitale delle aziende.

Più tocchiamo con mano le varie diversità, più ci accorgiamo di aver imboccato il sentiero della sostenibilità che, come riassume benissimo Gianfranco Fabi nel suo articolo che apre questo giornale, “non vive senza Innovazione”.

Bruno Calchera
Direttore Responsabile

(da CSRoggi Magazine, anno 6, n.2, Marzo/Aprile 2021, pag. 3)

 

 


NOVITÀ

IL SUPPLEMENTO
A CSROGGI MAGAZINE DI OTTOBRE.
Per saperne di più
clicca qui

Share This