Glossario

Glossario

L’impegno sociale delle aziende: le parole per dirlo, le idee per farlo.

ACCOUNTABILITY (RENDICONTAZIONE SOCIALE)

Dovere e responsabilità di un’azienda di spiegare e giustificare, nei confronti dei suoi stakeholder, le azioni intraprese per rispettare gli impegni presi con gli interlocutori sia sul piano economico-reddituale (per esempio verso gli investitori attuali e potenziali), sia da altri punti di vista. Un’organizzazione o un’impresa è accountable se rende conto periodicamente e comunica in modo trasparente alle parti interessate quanto è stato fatto nel corso delle proprie attività.

AGENZIE DI RATING ETICO

Società incaricate della selezione dei potenziali partecipanti agli Indici Etici. Il rating etico può essere definito un giudizio sintetico su in titolo oggetto di possibile investimento che si basa su criteri di responsabilità sociale ed ambientale.

BILANCIO DI SOSTENIBILITÀ

Si ispira all’approccio del Triple Bottom Line e quindi rende conto della sostenibilità economica (capacità di generare reddito, profitto e lavoro), della sostenibilità sociale (capacità di garantire condizioni di benessere e di crescita equamente distribuite e capacità di rispettare i diritti umani e dei lavoratori) e della sostenibilità ambientale (capacità di salvaguardare le risorse naturali e la possibilità dell’ecosistema di assorbire e tollerare gli impatti).

CODICE ETICO

Definisce con chiarezza i valori e le responsabilità che la Società riconosce, accetta, condivide e assume verso l’interno e l’esterno dell’azienda. Il Codice prevede che tutte le attività debbano essere svolte nell’osservanza della legge, in un quadro di concorrenza leale con onestà, integrità, correttezza e buona fede, nel rispetto degli interessi legittimi di clienti, dipendenti, azionisti, partner commerciali e finanziari e delle collettività in cui la società è presente con le proprie attività.

CSR (CORPORATE SOCIAL RESPONSIBILITY)

Il concetto di responsabilità sociale delle imprese significa essenzialmente che esse decidono volontariamente di contribuire a una società migliore e ad un ambiente più pulito” e che quindi “la CSR è l’integrazione su base volontaria, da parte delle Imprese, delle preoccupazioni sociali e ambientali nelle loro operazioni commerciali e nei loro rapporti con le parti interessate.
Essere socialmente responsabili significa non solo soddisfare pienamente gli obblighi giuridici applicabili, ma anche andare al di là investendo ‘di più’ nel capitale umano, nell’ambiente e nei rapporti con le parti interessate” (Libro Verde della Commissione Europea).

CSR MANAGER

Figura professionale necessaria per individuare, monitorare e realizzare le attività di responsabilità sociale all’interno e all’esterno dell’impresa, comunicandone i principi anche ai dipendenti, agli investitori e a tutto il contesto sociale.

IMPRESA SOCIALE

Tipologia particolare di impresa, che ha nella sua mission la produzione di beni e servizi di utilità sociale. La legge prevede che questa attività possa essere esercitata solo nella forma della società cooperativa con lo scopo di “perseguire l’interesse generale della comunità alla promozione umana ed alla integrazione sociale dei cittadini”. Ci sono imprese (cooperative) sociali di tipo A, relative ai servizi socio-sanitari ed educativi e di tipo B, che riguardano l’inserimento lavorativo delle persone svantaggiate. L’impresa sociale rientra nella categoria del terzo settore, di cui fanno parte anche il volontariato, l’associazionismo sociale, le fondazioni, le organizzazioni non lucrative di utilità sociale (ONLUS) .

SOSTENIBILITÀ

Ancora valida la definizione di sviluppo sostenibile da parte della World Commission for Enviroment and Development che risale agli anni ottanta: lo sviluppo che soddisfa i bisogni del mondo presente senza compromettere la capacità delle future generazioni di soddisfare a loro volta i loro bisogni.

SHAREHOLDER

Il termine inglese shareholder vuol dire semplicemente azionista. Con l’espressione shareholder value oriented si fa riferimento a una concezione della gestione d’impresa, prevalente nel mondo anglosassone, rivolta soprattutto al rendimento del capitale, ossia alla profittabilità. Il contesto teorico di riferimento è l’economia neoclassica, per la quale il contributo dell’impresa al benessere sociale sta nella sua produttività e competitività. Il modello shareholder value oriented si contrappone al modello stakeholder value oriented, noto anche come modello renano perché è tipico dell’Europa continentale.

STAKEHOLDER

I soggetti coinvolti nel concetto di gestione socialmente responsabile d’impresa sono tutti i “portatori d’interesse”, definiti stakeholder, che se distinti per gruppi, sono così individuati:

  • Dipendenti
  • Soci/Azionisti e Comunità finanziaria
  • Clienti
  • Fornitori
  • Partner finanziari
  • Stato e Pubblica amministrazione
  • Comunità locali
  • Ambiente
  • Generazioni future

VALORI

I tratti culturali che caratterizzano l’impresa come insieme organizzato di individui, volti al perseguimento della missione. Essi, quindi, sono indissolubilmente legati al concetto di missione, poiché denotano il modus operandi dell’impresa. I valori, infatti, esplicitano la missione e, in definitiva, riflettono la cultura e la tradizione che guidano il comportamento dell’impresa e di quanti operano in essa e per essa. In particolare i valori etici definiscono doveri e responsabilità nei rapporti fra l’impresa e i suoi stakeholder.

CSR oggi
  • Per comunicare:
  • l’impegno sociale di Aziende
  • Pubblica Amministrazione
  • Terzo Settore teso al Bene Comune

in collaborazione con
in occasione della 10° edizione del Salone della CSR
e dell'Innovazione Sociale
realizza un supplemento informativo che sarà distribuito
ai visitatori del Salone il 3, 4 e 5 ottobre 2022.

Le prenotazioni degli spazi sul Supplemento sono ancora aperte.
Clicca qui per conoscere le modalità di partecipazione
e i relativi prezzi.

 

 

 

 

Share This