Assonime pubblica il Rapporto “Doveri degli amministratori e sostenibilità”, predisposto da un Gruppo di lavoro di Giunta coordinato da Patrizia Grieco.

Il Rapporto intende promuovere un’attiva partecipazione del sistema italiano alle iniziative dell’Unione europea sulla sustainable corporate governance, con lo scopo di contribuire, attraverso misure graduali e proporzionate, alla costruzione di un modello europeo d’impresa sostenibile. Ad esito dell’esame del quadro normativo e delle prassi delle grandi imprese, Assonime sostiene l’opportunità di una Raccomandazione europea che chieda agli Stati membri di assicurare che i relativi ordinamenti nazionali:

    • riconoscano il dovere fiduciario degli amministratori delle imprese di grandi dimensioni di tener conto della sostenibilità ambientale e sociale dell’attività d’impresa nel perseguimento della creazione di valore a lungo temine, come già affermato nel nuovo Codice italiano sulla Corporate Governance per le società quotate;
    • affidino agli amministratori il compito di ponderare gli interessi degli stakeholder rilevanti nell’ambito della loro responsabilità gestoria;
    • salvaguardino l’esclusiva responsabilità dei soci di agire per la violazione dei doveri fiduciari, anche in funzione dell’adeguata considerazione degli interessi degli stakeholder.

 

Scarica il Rapporto

(da Assonime newsletter del 24 marzo 2021)

 

 

Share This