Tecno (www.tecnosrl.it), player di riferimento nel settore dell’efficienza energetica da più di venti anni impegnata nella ricerca e lo sviluppo di soluzioni sostenibili, è tra le vincitrici della 3° edizione del “Best Managed Companies”, iniziativa promossa da Deloitte per supportare e premiare le aziende italiane eccellenti per capacità organizzativa, strategia e performance.
Sono stati 6 i pillar valutati da Deloitte per assegnare il premio: Strategia, Competenze e Innovazione, Corporate Social Responsibility, Impegno e Cultura Aziendale, Governance e Misurazione delle Performance e Internazionalizzazione.

E sono più di 140 le figure professionali, con competenze a supporto dell’Industria 4.0, ricercate per il prossimo triennio da Tecno. Nonostante uno stop durante il lockdown  le assunzioni sono riprese ed entro l’anno entreranno in azienda più di 35 persone.
Il Covid, infatti, non ha bloccato la crescita di Tecno anche per linee esterne.
Entro i prossimi 18 mesi sono previste due acquisizioni che seguono quella del 100% del capitale di WLS Consulting di Bolzano. Il Gruppo Tecno avvia così il suo piano di crescita per linee esterne dopo aver chiuso il 2019 con un fatturato consolidato di circa 19 milioni e il piano industriale prevede il fatturato consolidato nel 2024 a 45 milioni e più di 5 milioni di investimenti in innovazione e sviluppo entro il 2022 e 8 entro il 2024.

“Congratulazioni a Tecno per questo importante riconoscimento”, dichiarano Ernesto Lanzillo, Private Leader per l’Italia, Grecia e Malta, e Andrea Restelli, Partner Deloitte e responsabile BMC. “Le aziende premiate in questa terza edizione hanno dimostrato non solo eccellenza, ma anche grande capacità e resilienza nell’affrontare la crisi determinata dalla pandemia da Covid-19 in atto. La valutazione delle candidate si è infatti protratta più a lungo del previsto proprio per permetterci di approfondire le modalità di gestione dell’emergenza da parte delle candidate. Le 59 Best Managed Companies di questa edizione sono quindi lo specchio di un’Italia eccellente che, facendo leva sui propri punti di forza e attraverso una gestione oculata, sta superando con successo un periodo di incertezza senza precedenti”.

“La mission di Tecno  spiega Giovanni Lombardi, Presidente del Gruppo Tecno, che ha fondato nel 1999 –è quella di essere partner dei clienti in tutte le strategie e le azioni per la sostenibilità e l’efficientamento produttivo grazie a soluzioni tecnologiche avanzate, frutto di brevetti interni, che garantiscono risparmi sui consumi energetici e ottimizzazione delle risorse. Le nostre leve competitive sono le risorse umane e la ricerca. Con il nostro team accompagniamo i clienti nelle diverse fasi, da quella preliminare, quando gli esperti valutano e quantificano il risparmio ottenibile senza chiedere alcun onere, a quelle successive, quando si procede all’elaborazione della strategia da adottare per l’ottenimento del risparmio energetico. I clienti ci scelgono consapevoli che il nostro costante investimento di oltre il 6% del fatturato in ricerca e innovazione rappresenta l’unica garanzia per la crescita in chiave di sostenibilità e competitività”.

Il “Progetto cultura” di  Tecno
L’azienda, fortemente impegnata in termini di responsabilità sociale,  anche con il suo “Progetto Cultura”.
Il fondatore e presidente Giovanni Lombardi è presidente dell’advisory board del Museo e Real Bosco di Capodimonte a Napoli e coordinatore del progetto “Collina dell’Arte”, condiviso tra Museo Archeologico Nazionale, Catacombe di San Gennaro e Museo e Real Bosco di Capodimonte.
Grazie al Progetto cultura Tecno negli ultimi 5 anni ha supportato il mondo della cultura e dell’arte con più di 500 mila euro.
Il Progetto parte dalla scelta della sede di Napoli in Palazzo Ischitella, uno dei palazzi nobiliari più importanti  della città nel quale lavorano più di 100 persone.
L’azienda ha supportato il Teatro San Carlo nella ripresa delle attività dopo il lockdown e negli anni con l’acquisto dell’innovativo pavimento da danza ammortizzante ‘Harlequin’.
Con il Capodimonte Tecno nel 2017 ha finanziato tra l’altro l’app dedicata alla mostra napoletana su Picasso e l’acquisto da parte del Museo da collezionisti privati della Coppaflora di Vincenzo Gemito.
Ed è stata Tecno a portare al Museo di Capodimonte  “Rivelazioni – Finance for Fine Arts” di Borsa Italiana: un progetto che promuove la collaborazione pubblico-privato per la raccolta di risorse destinate al restauro e alla digitalizzazione di opere d’arte dei più importanti musei italiani. Un progetto grazie al quale sono state restaurate 9 opere del Museo che sono state anche in mostra per alcune settimane a Milano a Palazzo Mezzanotte.

Le selezioni
I candidati devono avere un background eterogeneo ed un profilo molto qualificato. A loro sarà proposto un percorso stimolante, trasversale e ricco di momenti di formazione, sia interna che esterna all’azienda, volti al consolidamento dell’ambiziosa strategia aziendale. Per tutte le figure è obbligatoria la conoscenza dell’inglese e del mercato di riferimento.
E’ possibile candidarsi inviando il proprio cv a talents@tecnosrl.it

Share This