Sor padrun da le bele braghe bianche

L’uomo della strada

 

Tra le tante inutili frasi o trite affermazioni degli uomini di stato e dei politici , una mi era piaciuta (ero ragazzo) e me la ricordo ancora oggi: “non chiederti solo cosa l’America può fare per te, chiediti cosa tu puoi fare per l’America”. Non so se l’avesse pensata tutta da solo JFK, o se fosse un suggerimento del solito Gost Writer. Ma l’avevo molto apprezzata.

Come ho detto ero giovane. Ma già avevo percepito che eravamo tutti sempre pronti a presentare nostri diritti (veri o presunti) lasciando in ombra quelli che dovrebbero essere anche i nostri doveri.

Del resto “piove governo ladro” (al di là di una generica voglia di aggregarsi al coro, visti anche i risultati che ci vengono continuamente proposti da “lor signori”) è un mantra consolidato.

Questa premessa è dovuta ad una riflessione che sto continuando a fare quando penso alla CSR (io preferisco “Sostenibilità”). Che sia importante fare cose “sostenibili” nei riguardi del mondo che ci circonda sta diventando un concetto (lentamente) in via di acquisizione. Ma se approfondisci il discorso scopri che il tuo interlocutore sta pensando “certo, dovrebbero essere più consapevoli!”.

“Dovrebbero” chi? Ma è chiaro: i capi, quelli che comandano, gli imprenditori,  chi ricopre posizioni apicali (bella la parola “apicale” 😊), le organizzazioni internazionali e via salendo. E tu? Tu devi solo stare a guardare? Tu devi solo criticare? Ma prova a pensarci quante piccole cose potresti fare quotidianamente nell’area della sostenibilità. Non te le enumero neanche. Riflettici su. “Ma sono cose piccole che non si vedono neanche”. E’ troppo facile risponderti che la somma di tante piccole cose fa cose grandi. E allora non te lo dico.

Solo piantala di pensare di essere solo un attento  (sic!)  osservatore. Esci dal coro di quella vecchia canzoncina popolare “Sor padrun da le bele braghe bianche fora le palanche, fora le palanche!”. La realtà ci ha dimostrato che non è più lui che deve pensare a tutto. Non è più così. O almeno non è più sempre così. Dal calcio ci stanno insegnando che non sono le grandi individualità quelle che fanno vincere (vero Balotelli? vero Cassano?). E’ la squadra, nella sua totalità.

E anche nella Sostenibilità il principio è valido.

di Ugo Canonici

Share this Post!

0 Comment

Send a Comment

Your email address will not be published.