Singhiozzi di comunicazione

Il punto del Direttore

Ma come è possibile che molti, meritevolmente, pubblicizzano prodotti che si piccano di essere sostenibili senza però approfondirne il significato.

Ad esempio il ministro della economia parla di Green Bond, ma chi li spiegherà ai piccoli risparmiatori che non ne sanno nulla? Saranno gli impiegati al banco della Agenzia? I Promoter?

Il nuovo modello AUDI è sostenibile.
Ne siamo lieti.
Ci piacerebbe descrivere a tutti i diversi particolari che caratterizzano la Sostenibilità e dare una mano alla comunicazione della casa tedesca per valorizzare questa nuova automobile.

Infine come è possibile che sia Striscia la Notizia a fare la campagna per consigliare i fumatori di non gettare i mozziconi di sigarette per terra?
Non dovrebbe essere compito dell’Ente Pubblico?
Sappiamo che ad oggi hanno aderito – lo ha detto Striscia – una trentina di comuni su circa 8000?
Pochi!

Molti temi toccano la vita della gente, ma la strategia di comunicazione deve spiegare maggiormente ai clienti e ai cittadini; le conclusioni sul sostenibile.
Sono sempre importanti le ragioni, i perché della storia, difficoltà e percorsi.
Le novità vanno spiegate perché l’interesse cresce con la conoscenza.
L’Agenda 2030 non è stata posta come riferimento per spot e affermazioni generiche: è un richiamo per contenuti.
Aiuta la diffusione di informazioni utili che hanno il compito di suscitare un cambiamento di mentalità.
E’ un pensiero informato che può essere veicolo di innovazione; ed è poca cosa accontentarsi di slogan o di annunci.
Sarà la conoscenza che susciterà curiosità e azione.
Il racconto la fa ancora da padrone.

Bruno Calchera
Direttore Responsabile

Leggi tutti “Il punto del Direttore”

Share this Post!

0 Comment

Send a Comment

Your email address will not be published.