Siamo d’accordo con ENI + 1

L’uomo della strada

 

 

 

Siamo d’accordo con la campagna pubblicitaria che l’ENI sta facendo in questo periodo e la troviamo molto bella.

“Insieme abbiamo un’altra energia”. È questo il richiamo che Eni, attraverso la nuova campagna “Eni +1”, lancia al pubblico per unire le forze e vincere una sfida fondamentale per il nostro futuro: ridurre le emissioni di CO2, continuando nel contempo a garantire l’energia per lo sviluppo a una popolazione mondiale in costante crescita.

“Eni +1” significa che Eni, da un lato, sta mettendo in campo una strategia di decarbonizzazione impegnativa e articolata per contribuire a fare fronte a questa grande sfida ma che, dall’altro lato, per poterla vincere davvero, non  può prescindere dal contributo di ogni singolo individuo, attraverso iniziative e azioni quotidiane virtuose. Ecco quindi che “Un’altra energia”, significa un’energia diversa, più forte e più efficace, quella dell’agire “insieme”.

La nuova campagna, nata in collaborazione con TBWA\ Italia, racconta le iniziative che Eni sta mettendo in campo nell’ambito della propria strategia di decarbonizzazione, accostandole, sulla stessa pagina, sullo stesso manifesto, nello stesso spot, ad alcuni gesti virtuosi individuali che se compiuti dalla collettività possono contribuire a vincere la sfida e cambiare il futuro.

Eni, dal canto suo, negli ultimi cinque anni ha accelerato la propria svolta verso un impegno in prima linea per un futuro energetico sostenibile, investendo significativamente sia sull’efficienza, e in particolare sulla produzione di energia verde, che sull’economia circolare, con la trasformazione di sostanze organiche e inorganiche, minimizzando gli sprechi e valorizzando rifiuti e materiali di scarto. Il tutto sviluppando ricerca, tecnologie e iniziative industriali che rappresenteranno vere e proprie future linee di business di trasformazione della compagnia.

Ma questo grande impegno non sarebbe sufficiente senza i gesti individuali: come quello di Luca, che ricicla la plastica per darle nuova vita, o di Chiara, che sceglie sempre prodotti  riciclabili;  oppure come Silvia, che a casa è sempre attenta a non sprecare l’acqua, o Giulia, che ha scelto di non usare l’auto in città. Perché “Eni + ognuno di noi, è meglio di Eni”.

Su questa impostazione siamo profondamente d’accordo. Anche noi, nel nostro piccolo, da tempo stiamo dicendo che non possiamo solo stare a guardare.

Certo, i grandi cambiamenti possono realizzarli solo le grandi organizzazioni. Ma anche ognuno di noi può fare qualche cosa. La somma di tutte queste piccole azioni individuali, può dare risultati significativi. E mettendo insieme i comportamenti virtuosi dei “grandi” e dei “piccoli uomini della strada” si possono raggiungere gli obiettivi.

Perché, insieme abbiamo un’altra energia.

 

Ugo Canonici

Leggi tutti i “L’Uomo della strada”

 

Share this Post!

0 Comment

Send a Comment

Your email address will not be published.