«Il primo Rapporto di Sostenibilità di Assovetro è stato finalizzato a presentare un quadro chiaro, completo e accurato delle prestazioni dell’industria italiana del vetro dal punto di vista sociale, economico e ambientale, nella prospettiva della trasparenza nella rendicontazione degli impegni assunti e dei risultati conseguiti sotto il profilo della sostenibilità delle attività svolte, obiettivo e sfida con cui tutti i settori produttivi e le Associazioni che li rappresentano sono oggi chiamati a confrontarsi.

Il perimetro di rendicontazione comprende 18 Aziende produttrici di vetro cavo (15) e di vetro piano (3) Associate ad Assovetro, che rappresentano, nel loro complesso, il 90% circa della presenza industriale installata in Italia. Il periodo di riferimento della rendicontazione riguarda il triennio 2016-2018. I contenuti del Rapporto sono stati predisposti secondo i GRI Standards 2016 della “Global Reporting Initiative”. (…)

Il primo Capitolo mira a ricostruire un quadro complessivo dell’Industria italiana del Vetro, illustrando i dati principali dei due comparti. L’andamento della produzione nazionale di vetro piano e di vetro cavo è in crescita: complessivamente, infatti, la produzione di vetro in Italia è salita da 4.845.277 tonnellate nel 2014 ad oltre 5 milioni di tonnellate nel 2018, registrando un aumento del 10,2% della produzione nel quinquennio rispetto al dato del 2014. Per quanto riguarda l’interscambio, nel 2018 le importazioni di vetro piano sono diminuite del 30% e le esportazioni sono aumentate del 41%, rispetto all’anno precedente. Per quanto riguarda il vetro cavo, le importazioni e le esportazioni hanno registrato, nello stesso periodo, un incremento rispettivamente del 14% e del 4,8%.

Nel contesto europeo, con oltre 5 milioni di tonnellate di vetro prodotto nel 2018, l’Italia è responsabile, da sola, di circa un settimo dell’intera produzione europea. Con riferimento al vetro cavo, in particolare, l’Italia dal 2014 è il secondo paese in Europa in termini di quantità prodotte, dopo la Spagna. Rispetto alla produzione di vetro piano, invece, l’Italia risulta il terzo Paese produttore dopo Germania e Francia. (…)

Infine, l’ultimo Capitolo è dedicato alle prestazioni sociali del settore. Al 31/12/2018, le Aziende del vetro cavo e del vetro piano impiegavano, complessivamente, 11.277 addetti, con una crescita dell’1,4% rispetto al 2016. I due comparti si caratterizzano per la netta prevalenza di forme contrattuali stabili, con quasi il 90% della forza lavoro impiegata con contratti di lavoro a tempo indeterminato; la percentuale sale al 95,1% considerando la forza lavoro direttamente contrattualizzata dalle Vetrerie, al netto dei lavoratori impiegati con contratti di somministrazione. (…)

Infine, gli andamenti degli indici di frequenza e di gravità degli infortuni – in diminuzione sia per il vetro piano sia per il vetro cavo considerando il decennio 2008-2018 – testimoniano l’impegno consolidato del settore sul fronte della sicurezza, realizzato attraverso investimenti specifici mirati a garantire le condizioni di sicurezza degli impianti, la formazione ai dipendenti, le idonee dotazioni di protezione, le appropriate misure di organizzazione del lavoro.»

(dall’ Executive Summary del Report di Sostenibilità 2018 di Assovetro)

Scarica il Report di Sostenibilità 2018

Share This