Il Quarto Rapporto sul secondo welfare in Italia è stato presentato lunedì 25 novembre a Milano presso il Centro Congressi di Fondazione Cariplo nel corso di un convegno pubblico. L’evento è stato aperto da Beppe Facchetti, Presidente del Centro Einaudi; a seguire Franca Maino, direttrice di Percorsi di secondo welfare, e i ricercatori Federico Razetti, Chiara Lodi Rizzini e Chiara Agostini hanno illustrato i principali contenuti del Rapporto.

Su questi ultimi si sono quindi confrontati Giovanni Fosti, Presidente di Fondazione Cariplo, Claudia Fiaschi, Portavoce del Forum Terzo Settore, Emmanuele Massagli, Presidente di AIWA, e Marisa Parmigiani, Direttrice di Fondazione Unipolis.

A concludere l’evento, moderato da Elisabetta Soglio di Corriere Buone Notizie, è stato Maurizio Ferrera, Scientific Supervisor di Percorsi di secondo welfare e docente dell’Università degli Studi di Milano.

Il welfare state italiano continua ad essere in profonda sofferenza. A causa degli scarsi investimenti pubblici in ambito sociale e dei complessi mutamenti socio-demografici in atto, Stato, Regioni e Comuni faticano a risponde efficacemente alle necessità vecchie e nuove dei cittadini.

Al contempo, tuttavia, cresce e si rinforza la schiera degli attori privati – sia profit che non profit – che, spesso lavorando insieme attraverso alleanze inedite, intervengono sussidiariamente in quelle aree di bisogno lasciate parzialmente o totalmente scoperte dal Pubblico.

Una dinamica sempre più ampia e complessa, che sta cominciando a influenzare anche attività, ambiti e politiche apparentemente lontane dai “classici” confini del welfare.

(…)

Continua la lettura

Scarica il rapporto

 

Share This