Giovedì 23 gennaio 2020, presso la sede della Regione Lombardia, Mapei riceve l’Alta Onorificenza di Bilancio nell’ambito della 4^ edizione del Premio Industria Felix – La Lombardia che compete, la ricerca condotta dal trimestrale Industria Felix Magazine, in collaborazione con l’Ufficio Studi di Cerved Group, patrocinata da Confindustria Lombardia.

Mapei, che si è distintaper l’ottima performance gestionale e affidabilità finanziaria registrata nel 2018, è stata selezionata attraverso un algoritmo oggettivo di bilancio che ha analizzato i bilanci di 32.904 società di capitali con sede legale in Lombardia e ricavi compresi tra i 2 milioni e i 13,9 miliardi di euro.

L’algoritmo ha classificato le aziende per dimensioni e settori in base al miglior Mol decrescente, con indice Roe positivo, in utile, con un rapporto Oneri finanziari/Mol inferiore al 50% e con un delta addetti invariato o crescente rispetto all’anno precedente.

Durante la cerimonia di consegna del Premio, Mapei riceve inoltre una pergamena “green che evidenzia la sensibilità dell’Azienda ai valori ESG (Environmental, Social, Governance) per il suo impegno nella sostenibilità che ha portato alla redazione del Bilancio di Sostenibilità a partire dal 2016.

Precedentemente, nel 2018 Mapei era già stata premiata nell’ambito della 2^ edizione del Premio Industria Felix per il Bilancio relativo all’anno 2017.

“Ricevere il Premio Industria Felix per la seconda volta è una conferma dell’eccellente performance gestionale registrata da Mapei nel corso di questi anni e della strategia di crescita che caratterizza l’Azienda. Questo risultato tuttavia non è un traguardo ma un limite da superare: Mapei intende realizzare nuovi primati, sulla scia di quanto fatto fino a oggi” ha commentato Veronica Squinzi, Amministratore Delegato e Responsabile dello Sviluppo Globale di Mapei.

Nel corso della cerimonia Mapei riceve anche una speciale Menzione di Merito per il Dottor Giorgio Squinzi, per l’impegno profuso dal Presidente di Mapei nell’ambito dell’industria italiana.

Share This