Luoghi comuni

L’uomo della strada

 

 

 

Per l’ultimo appuntamento del 2018 volevo scrivere qualche cosa di particolarmente interessante. Magari profondo, con una punta di poesia.

Pensa che ti pensa non mi venivano in mente che luoghi comuni. Frasi che in queste circostanze si ripetono, anche distrattamente, e che quindi hanno il valore che hanno. Un po’ come gli auguri di Buone Feste che i soliti volenterosi amici spediscono, in un colpo solo, a tutta la lista dei loro contatti, sentendosi poi di aver fatto il loro “dovere”.

Volevo augurare a tutti un 2019 pieno di serenità e lastricato di buone intenzioni. Banale!

Pensavo di consigliarvi di preparare una lista di buoni propositi su cui impegnarvi nei prossimi mesi. Non certo originale!

Credevo fosse giusto suggerire di …. Tutti luoghi comuni.

Ma dai luoghi comuni, nel senso di frasi fatte, ho fatto un collegamento  ai luoghi comuni, nel senso dei posti fisici in cui si vive insieme.

Ecco quindi cosa mi sento di dirvi, con lo sguardo rivolto al nuovo anno: che ognuno di noi cerchi di assumere comportamenti e atteggiamenti che siano sostenibili, nel senso della CSR.

Tutti sappiamo che le grandi rivoluzioni, i grandi cambiamenti si ottengono partendo dalle piccole cose.

E allora domandiamoci se ogni nostra scelta, ogni nostro agire, si preoccupi di essere correttamente allineati con quanto ci chiede oggi il mondo in cui viviamo.

Così, soprattutto nei luoghi comuni (di convivenza insieme) comportiamoci di conseguenza, per dare un preciso messaggio a chi ci circonda.

Soprattutto se ci sono dei giovani.

Mi sembrerebbe un non piccolo obiettivo per l’anno nuovo.

 

Ugo Canonici

(foto: thepressproject.gr)

Share this Post!

0 Comment

Send a Comment

Your email address will not be published.