Vo’ Euganeo, 14 settembre 2020 – L’Istituto Lozzo Atestino di Vo’ Euganeo è stato selezionato per entrare a far parte del programma Showcase School di Microsoft, iniziativa internazionale che include un numero limitato di scuole che hanno adottato la tecnologia Microsoft e che si sono distinte per la loro visione di didattica innovativa, in un momento particolarmente complesso come quello della crisi sanitaria ancora in corso. L’annuncio è stato ufficializzato oggi in occasione dell’evento di inaugurazione del nuovo anno scolastico.

Il programma si propone di creare un network di eccellenze a livello globale composto da quelle scuole che hanno già avviato un percorso di trasformazione didattica con Microsoft Education, volto a condividere e scambiare idee sull’innovazione digitale e multimediale, nuove metodologie e soluzioni, attraverso eventi globali e locali.

Nel contesto del programma Showcase School, il team di Microsoft Education collabora in sinergia con le scuole per la realizzazione di soluzioni volte a stimolare la creatività e la produttività dei programmi didattici. L’attenzione è particolarmente focalizzata sugli strumenti digitali per garantire un valido supporto anche per l’inclusione didattica, per personalizzare l’apprendimento in classi eterogenee, promuovendo l’autonomia e la sicurezza degli studenti.

Sono in totale 14 le scuole italiane selezionate  a entrare nel programma premier Showcase School: oltre all’ Istituto di Vo’ Euganeo(Padova) anche il 1° Circolo Didattico Marconi di Casamassima (Bari)l’ISIS Della Bassa Friulana di Cervignano Del Friuli (Udine)l’Istituto Comprensivo Cremona Uno di Cremonail Circolo Didattico di Fucecchio (Firenze), l’IIS Antonietti di Iseo (Brescia), l’Istituto Comprensivo “Torraca” di Materal’IC Valle del Conca a Morciano Di Romagna (Rimini), l’IC Orzinuovi (Brescia), l’Istituto Comprensivo Fontamara di Pescina (L’Aquila), il Liceo Melchiorre Gioia di Piacenza, il Liceo Stefanini di Mestre (Venezia), l’ IC2 Vicenza, Il Circolo Didattico Rodari di Villabate (Palermo).

L’applicazione degli strumenti digitali e delle soluzioni tecnologiche da parte di questi Istituti  hanno permesso il sorgere di nuove realtà di apprendimento. La pregressa integrazione, già presente nelle Showcase School, tra la macchina e la mente, tra i linguaggi multimediali e le metodologie didattiche è stata l’elemento chiave di risposta all’ emergenza e al distanziamento sociale. L’Istituto di Vo’ Euganeo è stato infatti uno dei primi in Italia a essere stato chiuso per l’emergenza Coronavirus e in soli pochi giorni il preside insieme al corpo docenti è riuscito a garantire la continuità didattica grazie all’utilizzo di Microsoft Teams.

La didattica è stata riprogettata: i nuovi strumenti hanno spinto i docenti a ripensare alle modalità di insegnamento e ai contenuti per aiutare gli studenti e rimanere concentrati e, allo stesso tempo, supportarli nell’apprendimento in una situazione di forte stress emotivo. Oltre a una riorganizzazione dei tempi delle lezioni – non più di un’ora ma moduli di 30minuti – sono state potenziate le attività in piccoli gruppi virtuali, sono state programmati incontri virtuali anche con le famiglie degli studenti e un calendario di attività extra scolastiche per aiutare i ragazzi a non sentirsi isolati.

“Siamo molto felici che Microsoft abbia scelto il nostro Istituto come rappresentante italiano delle Showcase School. È già da diversi anni che lavoriamo insieme a Microsoft Italia per una didattica più digitale; con lo scoppio della pandemia e il conseguente lockdown, in pochi giorni siamo riusciti a estendere in modo efficace a tutte le 33 classi dell’Istituto le modalità di DAD, garantendo continuità ai nostri studenti. Ora che l’anno scolastico riparte finalmente in presenza, la Didattica a Distanza rimarrà uno strumento essenziale da integrare al regolare svolgimento delle lezioni in aula: pensiamo per esempio a quegli studenti che non possono frequentare le lezioni per motivi di salute; grazie a Microsoft Teams potranno collegarsi da casa e vedere i propri insegnanti e compagni come se fossero in aula senza il rischio di rimanere indietro con il programma” ha commentato Alfonso D’Ambrosio, Preside dell’Istituto Lozzo Atestino.

Siamo davvero orgogliosi che l’IC di Vo’ Euganeo insieme alle altre 13 scuole italiane sia entrato a far parte del programma internazionale di MicrosoftNonostante la scuola italiana fosse in generale ancora in ritardo su competenze e strumenti digitali, l’emergenza sanitaria ha dato un impulso straordinario al rinnovamento della didattica, sempre più necessario per lo sviluppo di quelle conoscenze tecnologiche ormai indispensabili nel mondo del lavoro e dell’educazione. Microsoft Italia ha affiancato l’Istituto Lozzo Atestino e numerose altre scuole e università in tutto il Paese affinché implementassero rapidamente tutti gli strumenti necessari per le lezioni a distanza, facendo ecosistema con le istituzioni, le aziende, le associazioni e con i partner sul territorio. Attraverso numerosi webinar di approfondimento,  in collaborazione con gli Uffici Scolastici Regionali, abbiamo formato oltre 100.000 docenti in tutto il Paese, aiutandoli a interfacciarsi con tecnologie spesso mai utilizzate Continueremo a farlo nei prossimi mesi, affinché la scuola del domani non disperda i progressi eccezionali raggiunti in questo breve tempo  e l’esperienza digitale si trasformi da emergenziale a strutturale “ha spiegato Elvira Carzaniga, Direttore Education Microsoft Italia.

Share This