Linea Napoli – Bari: prima in Europa con certificato Envision per sostenibilità

Roma, 12 marzo 2018 –  Rete Ferroviaria Italiana (Gruppo FS Italiane) ha conseguito la Certificazione ENVISION con il massimo livello raggiungibile (Platinum) per il progetto della tratta Frasso Telesino – San Lorenzo Maggiore della linea Napoli – Bari.

L’opera, riconosciuta come esempio di infrastruttura altamente sostenibile, è in assoluto la prima in Europa a ottenere la Certificazione ENVISION, già applicata largamente all’Estero per verificare e attribuire un valore tangibile alla sostenibilità economica, ambientale e sociale delle infrastrutture.

Un risultato conseguito grazie alle sinergie tra RFI e la Regione Campania, la quale, attraverso l’istituzione di un tavolo tecnico con l’obiettivo di massimizzare gli effetti del potenziamento della linea Napoli – Bari in termini di crescita dei territori e delle comunità attraversate, ha, insieme a RFI, coordinato i numerosi attori coinvolti per identificare gli elementi di sostenibilità del progetto, facilitare il processo progettuale e realizzativo e valorizzare le sinergie possibili con le altre infrastrutture lineari, come le reti elettriche e digitali, integrando quindi l’infrastruttura ferroviaria in un sistema multifunzionale a servizio dello sviluppo territoriale.

ENVISION è il sistema indipendente di rating internazionale che calcola la sostenibilità delle opere sul loro intero ciclo di vita, attraverso una griglia di analisi basata sulla misurazione oggettiva dei loro effetti positivi a breve e lungo termine.

In Italia le certificazioni vengono rilasciate da ICMQ, dal 2015 in partnership con MWH-STANTEC nel promuovere il Protocollo.

La Certificazione ottenuta da RFI è stata rilasciata dalla stessa ICMQ a seguito di un processo di revisione che ha tenuto conto di 55 crediti, dei 60 previsti dal Protocollo, declinati in numerosi indicatori come le interazioni con la comunità, il miglioramento della qualità della vita, la resilienza rispetto ai rischi che derivano dai cambiamenti climatici, il coinvolgimento degli stakeholder, l’efficacia della gestione del progetto e l’efficienza nell’utilizzo delle risorse quali i materiali di costruzione, l’energia, le risorse idriche.

 

(foto: ferrovie.info)

Share this Post!

0 Comment

Send a Comment

Your email address will not be published.