Le Poste in prima linea

Il punto del Direttore

 

 

 

L’Unione Postale Universale, azienda specializzata dell’Onu per il settore postale, ha conferito a Poste Italiane un certificato d’eccellenza per i risultati ottenuti in materia di sostenibilità e riduzione delle emissioni. L’Agenzia specializzata dell’Onu per il settore postale, nota come Unione Postale Universale (acronimo Upu) ha conferito a Poste Italiane un certificato d’eccellenza per i risultati ottenuti in materia di sostenibilità e riduzione delle emissioni inquinanti nell’ambito di una cerimonia tenutasi il 27 febbraio a Berna.

Matteo Del Fante A.D. di Poste Italiane può essere ben lieto.

Che proprio le Poste Italiane siano state considerate da una Agenzia specializzata dell’ONU una eccellenza non ce lo saremmo immaginati.

C’è una sproporzione spesso tra quello che appare e quello che in realtà accade.
E’ una sproporzione che tocca proprio la nostra ragione.

Vediamo la posta attraverso le sue agenzie sul territorio e spesso l’idea di efficienza trova qualche controindicazione, poi vi sono fatti, attività, e percorsi industriali ed umani che non vediamo.

Non li vediamo appunto e pare per questo che non esistano.
Ma la realtà è ben più grande della nostra misura.

Il piccolo esempio portato da Poste Italiane dimostra che il tema della sostenibilità è ben più grande della immaginazione e la cosa non può che farci piacere.

L’effetto di questa consapevolezza è che il cammino indicato dalla Agenda 2030 è un percorso che molti hanno iniziato a fare. Le immissioni di CO2 e il loro contenimento ci interessa. Ma è ancor più interessante ricevere un premio che genericamente premia una azienda per le sue azioni tese allo sviluppo sostenibile.

E’ evidente che è premiata la relazione con gli Stakeholder, con l’attenzione alla vita aziendale, al territorio, alla condivisione.

Qualcuno certamente storcerà il naso perché in fondo in fondo non tutto è perfetto: è proprio questa imperfezione che indica che la strada è stata presa.

Lo sviluppo tecnologico lo vediamo applicato anche nelle agenzie, nei trasporti, nella precisione con cui molte operazioni vengono svolte: come editori vediamo infatti le procedure cambiate, rese semplici in molte circostanze, e soprattutto rapide.

La varietà dei servizi proposti da Poste Italiane poi ci fa dire che stiamo trattando di ampliamenti e di impegni che vanno al di là della consegna di pacchi e lettere.

Ormai si tratta di molto di più.

Poste Italiane cammina con l’attenzione alla sostenibilità: è un po’ il senso del premio.

 

Bruno Calchera
Direttore Responsabile

(foto: elboro.org)

Share this Post!

0 Comment

Send a Comment

Your email address will not be published.