Intesa Sanpaolo, la Dichiarazione Consolidata non Finanziaria 2017

(…)

L’impegno sociale e ambientale di Intesa Sanpaolo, rafforzato dall’adesione a una serie di iniziative internazionali – tra cui il Global Compact e gli Obiettivi di Sostenibilità delle Nazioni Unite, il Programma delle Nazioni Unite per l’Ambiente del settore finanziario (UNEP-FI) e gli Equator Principles – si è arricchito di un ulteriore tassello nel 2017, con l’adozione dei Principi in materia di Diritti Umani.
Questo impegno nel campo della Corporate Social Responsibility è stato premiato con l’inclusione in numerosi indici di sostenibilità, tra cui i Dow Jones Sustainability e la Climate A List 2017 del CDP. Infine, Intesa Sanpaolo è l’unica società italiana nella classifica stilata da Corporate Knights delle 100 società più sostenibili al mondo.
Questi risultati ci portano a pensare con fiducia al futuro e le attese dei nostri stakeholder, con cui continuiamo un dialogo aperto e attento, ci spronano a rafforzare il nostro impegno nei confronti di ciascuno di essi.
Nel nuovo Piano d’Impresa 2018-2021 rimane prioritaria una solida e sostenibile creazione e distribuzione di valore, coniugata a un’elevata patrimonializzazione e riduzione del profilo di rischio, che punta sull’innovazione e sulle persone come fattori abilitanti. Il Piano conferma il ruolo di Intesa Sanpaolo come Banca dell’economia reale e mira a generare una redditività sostenibile a beneficio di tutti gli stakeholder – a partire dai nostri clienti, cui intendiamo offrire un servizio sempre più personalizzato, innovativo e completo – con oltre 300 miliardi di euro di contributo all’economia nel quadriennio.

(…)

(dalla “Lettera agli stakeholder” di Carlo Messina e Gian Maria Gros-Pietro, rispettivamente Direttore Generale e Presidente di Intesa Sanpaolo)

Scarica la Dichiarazione Consolidata non Finanziaria 2017

 

Guarda la scheda di Intesa Sanpaolo

Share this Post!

0 Comment

Send a Comment

Your email address will not be published.