Innovazione Sostenibile: di che si tratta?

Il punto del Direttore

 

 

 

(Il Convegno di CSRoggi del 21 Novembre in Università Cattolica)

E’ un momento particolare. Un po’ tutti si stanno accorgendo che l’innovazione o è sostenibile o rischia di essere obsoleta già subito. Il tema è sviluppato in molti incontri e occasioni di riflessione: CSRoggi ha inteso interpretarlo attraverso due vie: la prima attraverso l’intervento di docenti dell’Università Cattolica che hanno fatto della parola innovazione una stella polare della loro ricerca, e la seconda via è quella solida della testimonianza della esperienza; cioè come si evolve la novità e la sostenibilità in diversi settori della nostra economia e della vita sociale.

Per comprendere il nesso tra innovazione e sostenibilità, ed il fiorire delle iniziative attuali cerchiamo di indicare alcuni spunti per una maggiore comprensione.

Pierluigi SASSI, Presidente di Earth Day Italia, così ha definito questo approccio: Innovazione c’è quando, pur senza rinunciare al profitto, si ricerca la sostenibilità, il rispetto per le culture e le persone e quando ci si avvicina il più possibile all’equità, ovvero alla possibilità che tutti possano avere pari opportunità.”

 PICTET per te, una realtà di comunicazione via web: “Molte aziende sono ancora convinte che la sostenibilità sia un costo, un freno per la crescita e una zavorra per l’innovazione. Il vento però sta cambiando, anche se non tutte le imprese hanno ancora compreso che la sostenibilità è un fattore che indirizza e moltiplica le ricadute positive. (…) La sostenibilità è necessaria ma non è una costrizione. L’opposizione tra ricadute sociali e risultati finanziari è una dicotomia che i fatti stanno smentendo.”

 SOFIDEL (quelli del rotolone REGINA): “Che significato possiamo dare al binomio innovazione e sostenibilità? Secondo molti esperti, devono essere considerati variabili chiave per la competitività di una impresa, fattori senza i quali oggi è più difficile ottenere risultati positivi e mantenerli.”

 Marisa PARMIGIANI, Direttore della Fondazione Unipolis e Head of Sustainability and Stakeholder Management Unipol, in un suo intervento il 16 aprile 1996, aveva già allora sostenuto: “che l’idea di sostenibilità fosse un elemento distintivo di competitività rispetto al mercato: sostenibilità intesa non come greenwashing di facciata, ma come effettivamente integrata nel processo di business e nella catena di valore aziendale. Il consumatore sta infatti sviluppando maggiore consapevolezza riguardo alle sue scelte.”

Infine due suggerimenti: il primo, William Pollard (scrittore e ministro inglese vissuto alla metà del 1800 – sempre molto impegnato sul tema della innovazione) così scriveva : “L’apprendimento e l’innovazione vanno mano a mano. L’arroganza del successo è di pensare che ciò che hai fatto ieri sarà sufficiente per domani”.

Il secondo di Sergio Marchionne: “Siate come i giardinieri, investite le vostre energie e i vostri talenti in modo tale che qualsiasi cosa fate duri una vita intera e perfino più a lungo”.

Quest’ultima frase vale un approfondimento: la durata di una coltivazione ha la tensione dell’eterno, il giardiniere sa che il fiore può morire, ma lo cura come se dovesse vivere in eterno.

Questo è il senso della innovazione sostenibile.

Attivarsi perché l’operare sia nuovo e diventi sempre più adeguato al tempo, al presente come al futuro, è un punto di partenza e mai d’arrivo, è una mossa che porta con sé il suggello dell’eterno perché ha in sé i cromosomi dello sviluppo.

L’incontro dell 21 Novembre prossimo di CSRoggi ha questo obiettivo indicare passi che alcuni hanno fatto per migliorare, per accrescere la propria attività innovativa in senso economico e sociale con lo sguardo al futuro.

Questa non è una occasione così frequente, non è facilmente possibile  incontrare importanti leader di impresa profit e non profit che parlino di innovazione, di progetti, di un punto qualificante che ha nella sostenibilità non solo la metodologia di riferimento (gli SDGs)  ma nella applicazione virtuosa (cioè frutto di una ambizione per il miglioramento) di progetti innovativi destinati a migliorare la vita.

Il Convegno di CSRoggi è così una possibilità di incontro, di verifica di ciò che altri hanno fatto per migliorarsi.

Una occasione per conoscersi, per allacciare un contatto.

Una occasione per incontrare attraverso la testimonianza l’innovazione e la sostenibilità in azione con uno sguardo al futuro in chiave di speranza e di realismo.

 

Bruno Calchera
Direttore Responsabile

Leggi tutti “Il punto del Direttore”

 

Share this Post!

0 Comment

Send a Comment

Your email address will not be published.