Negli ultimi anni in Italia ha preso piede un vero e proprio movimento di «social entrepreneurship»: si tratta di quella particolare forma di imprenditorialità sociale volta a sviluppare progetti di impresa di «qualità» capaci di dare risposte efficaci ai problemi sociali di persone e di territori, in modo economicamente virtuoso e sostenibile.

Chi sono gli imprenditori sociali e quali differenze presentano rispetto a quelli tradizionali?

Sono persone di tutte le età, formazione culturale e professionale «colpite», a un certo punto della loro vita, da un bisogno sociale di cui si «innamorano», e che mettono «in gioco» il proprio tempo, la propria professionalità e spesso le proprie risorse personali per dare vita a una modalità d’impresa funzionante per sé e per gli altri.

Nascono così i progetti sociali d’impresa che toccano diversi ambiti.

Scarica l’articolo di Marco Grumo pubblicato in Buone Notizie del 22 gennaio 2019

(da Anima per il Sociale nei valori d’impresa newsletter del 25 gennaio 2019)

Share This