L’uomo della strada

Oggi voglio essere positivo e faccio una osservazione.

In mezzo ai tanti comunicati che ricevo dagli uffici stampa e che hanno l’obiettivo (e lo scopo) di elogiare quanto prodotto e realizzato dalle aziende che rappresentano, da un po’ di tempo a questa parte molti ci fanno comprendere come l’attenzione alla sostenibilità dei loro clienti stia aumentando.

C’è chi fornisce i dati sulla buona percentuale raggiunta nel campo della raccolta differenziata, chi celebra la pubblicazione del bilancio sociale, c’è chi sottolinea l’attenzione nei riguardi del welfare aziendale e così via, toccando parecchi dei 17 gol, per il raggiungimento degli obiettivi 2030, indicati dall’ONU.

Non possiamo che gioire per questo dare spazio non solo alla comunicazione sulla sostenibilità ma soprattutto alle realizzazioni (alle “cose fatte”) di cui ci dicono.

A mo’ di esempio riportiamo un comunicato di Ricoh, non solo perché è l’ultimo che ci è capitato sott’occhio, ma anche perché sottolinea una importante iniziativa. E lo facciamo con la speranza che tanti altri vogliamo mettersi sulla stessa strada e così “allargare il gruppo”.

Ecco qui: “Nell’ambito del proprio impegno volto alla lotta ai cambiamenti climatici e alla salvaguardia dell’ambiente, Ricoh Italia ha deciso di soddisfare il fabbisogno elettrico della sede principale e delle nove filiali distribuite su tutto il territorio italiano esclusivamente mediante energia pulita.

Ricoh Italia è la sede italiana del Gruppo Ricoh, azienda giapponese che nel 2017 è entrata a far parte del programma RE100 che incoraggia ad utilizzare esclusivamente energia rinnovabile. Aderendo al progetto, Ricoh si impegna a soddisfare il 30% del proprio fabbisogno energetico attraverso fonti di energia rinnovabile entro il 2030, arrivando al 100% entro il 2050.  Ma Ricoh Italia ha già raggiunto questo obiettivo: la sede principale e le nove filiali distribuite su tutto il territorio italiano sono infatti alimentate al 100% mediante energia pulita.

La sostenibilità ambientale è sempre stata una priorità del Gruppo Ricoh che supporta gli Obiettivi di Sviluppo Sostenibile delle Nazioni Unite allineando ad essi tutte le attività e fissando traguardi ben definiti per valutare i progressi. “Affordable and Clean Energy” e “Climate Action” sono due degli obiettivi delle Nazioni Unite strettamente connessi all’iniziativa di Ricoh Italia.

“La crescita aziendale e l’adozione di pratiche sostenibili in materia ambientale e sociale sono per noi aspetti inscindibili”, commenta Davide Orani, CEO di Ricoh Italia. “L’approvvigionamento di energia pulita in tutte le filiali di Ricoh Italia è un traguardo importante che attesta la nostra volontà di realizzare un modello di business volto a ridurre al minimo l’impatto delle nostre attività lungo tutta la value chain. Nell’ambito delle politiche ambientali, la gestione delle sedi rappresenta ovviamente un aspetto prioritario. Oltre ad utilizzare energia pulita, realizziamo iniziative e progetti per ridurre il più possibile il consumo di plastica usa e getta ad esempio utilizzando materiali ecosostenibili e facilmente riciclabili.”

Grazie al proprio impegno, questa azienda ha ottenuto premi e certificazioni ambientali sia a livello globale che locale.

Un invito a tutti: vale la pena  che ci si dia tutti da fare perché il gruppo (degli attenti alla sostenibilità) si allarghi. Per il bene di tutti.

Ugo Canonici

Share This