L’emergenza Covid-19, purtroppo ancora in corso, ha portato con sé anche effetti collaterali positivi: lo smart working, la formazione a distanza, la digitalizzazione e la riduzione degli spostamenti hanno contribuito fortemente al miglioramento del contesto ambientale abbassando la concentrazione di CO2 nell’aria e quindi l’inquinamento atmosferico.

Norauto, Gruppo leader in Europa per la vendita e installazione di accessori e ricambi auto, è da sempre impegnata nel rispetto per l’ambiente: i suoi tecnici infatti sono formati sul corretto trattamento e smaltimento dei materiali pericolosi ed inquinanti, come pneumatici, oli esausti, batterie e gas refrigeranti. L’azienda negli ultimi anni ha smaltito correttamente oltre 2 milioni e mezzo di kg di rifiuti speciali tra cui 20.193 filtri per l’olio, 1.998.446 kg di pneumatici fuori uso, 398.399 kg di batterie al piombo e 170.295 kg di oli esausti, secondo le normative vigenti, nel rispetto dell’ambiente e, quindi, in un’ottica di sostenibilità ambientale aziendale.

Norauto inoltre si sta impegnando a favore dell’ambiente, con la collaborazione partecipata ed entusiasta dei suoi 800 dipendenti, applicando best practice quotidiane che vanno dall’utilizzo di energia rinnovabile e abolizione della plastica in tutti i suoi 38 Centri in Italia, fino all’introduzione dello smart working, che – visti i risultati ottenuti in conseguenza delle recenti imposizioni – potrebbe essere adottato in futuro dall’azienda anche dopo l’emergenza.

Da qualche anno Norauto ha anche introdotto nei suoi punti vendita, storicamente dedicati all’auto, articoli e prodotti della cosiddetta mobilità alternativa, con le nuove proposte per muoversi in stile green, safe & healthy per incentivare l’utilizzo dove possibile di mezzi sostitutivi dell’auto e dei mezzi pubblici e meno impattanti sull’ambiente: biciclette con pedalata assistita, monopattini elettrici, segway, hoverboard e molto altro. Grazie agli incentivi promossi dalle Regioni sarà inoltre possibile usufruire di un bonus fino a 500 euro, a disposizione di tutti senza distinzioni per fasce di reddito, per effettuare l’acquisto e poter tornare a muoversi nella propria città secondo le indicazioni del DCPM in vigore.

Anche in termini di economia circolare Norauto sta lavorando in partnership con altre aziende (come la società Capozzi Trasporti) per limitare l’impatto sull’ambiente facendo viaggiare la merce su mezzi di trasporti eco sostenibili, grazie all’uso del Bio Metano come combustibile, un gas naturale e rinnovabile che porta vantaggi ambientali diretti quali la riduzione del 95% le emissioni di CO2.

Ultima iniziativa da segnalare in ambito green è il progetto Treedom a cui Norauto ha aderito di recente: una piattaforma web unica al mondo che prevede di piantare un albero per ogni nuovo dipendente assunto dall’azienda. Ogni albero ha una pagina online, viene geolocalizzato e fotografato e può essere custodito o regalato virtualmente a terzi.

Share This