Gruppo Feralpi, sostenibilità a tutti i livelli

Uomo e tecnologia, formazione e innovazione. Sono questi i fattori attorno ai quali il Gruppo Feralpi continua a basare le proprie strategie di sviluppo all’interno di percorsi sempre più circolari. Il Bilancio di Sostenibilità 2017, redatto secondo lo standard del GRI e per la prima volta su base annuale, rappresenta per il gruppo siderurgico un nuovo capitolo di una storia di rendicontazione sociale iniziata nel 2004.

«Da una parte – spiega Giuseppe Pasini, presidente del Gruppo Feralpi – c’è l’innovazione, perseguita con scelte tecnologiche di avanguardia, che passano attraverso una digitalizzazione sempre più capillare di tutte le attività aziendali e che seguono l’evoluzione dell’industria verso i modelli 4.0. Queste scelte richiedono capacità di previsione analitica, abilità interpretativa e velocità di reazione. Queste abilità si fondano sulle intelligenze cognitive diffuse, di cui Feralpi è dotata, e che fanno del capitale umano il vero asset competitivo del Gruppo nel lungo periodo. Per questo Feralpi continua a investire nella formazione, a tutti i livelli, e nella ricerca».

«Dall’altra parte – continua – c’è l’adozione di modelli circolari, che superano quelli lineari. La circolarità è la filosofia emergente di Feralpi, verso cui convergono gli sforzi di programmazione. A loro volta la tecnologia e l’innovazione alimentano lo sviluppo di sistemi circolari, puntando su soluzioni di recupero sempre più sofisticate e performanti».

Feralpi ha scelto di seguire questa strada nella crescente consapevolezza dell’importanza della sostenibilità a tutti i livelli, contribuendo con forza al raggiungimento degli obiettivi di sviluppo sostenibile (SDGs – Sustainable Development Goals) definiti dalle Nazioni Unite. Questa è anche la rotta tracciata e seguita da Feralpi che ha individuato i canali privilegiati in cui declinare la propria Responsabilità Sociale d’Impresa rinnovando la scelta di creare valore condiviso per i propri stakeholder muovendosi in quattro direzioni: innovazione e infrastrutture (SDG n.9), città e comunità sostenibili (n. 11), consumo e produzione responsabili (n.12), lotta contro il cambiamento climatico (n.13).

Obiettivi che trovano riscontro nei numeri. Negli ultimi cinque anni la ricchezza prodotta da Feralpi a favore degli stakeholder e costantemente aumentata su base annuale, con un incremento complessivo del 208,7% rispetto al 2013. Il valore aggiunto globale netto prodotto dal Gruppo è stato di 143,83 milioni di euro (+4,1% rispetto al 2016), destinato a favore della maggior parte degli stakeholder con la quota più rilevante, destinata al personale, ha avuto una crescita del 10,5%, frutto degli incrementi occupazionali e delle migliori condizioni contrattuali. Cresce anche il sostegno economico ai territori di riferimento che supera i 3,8 milioni, in forte crescita sull’esercizio precedente (+ 54,5%).

Guardando poi alla responsabilità sociale, formazione e sviluppo delle risorse umane (degli oltre 1.500 dipendenti, più del 93% è assunto a tempo indeterminato) rappresentano alcune voci fondamentali degli investimenti del Gruppo. Non è un caso se le ore di formazione, nel 2017, sono aumentate del 5,9%. Tra le iniziative di formazione rivolte ai più giovani c’è Feralpi Bootcamp, l’aggregatore delle attività destate proprio ai “junior”, l’adesione al PMI Day di Confindustria, e il supporto agli Istituti tecnici coinvolti nel progetto europeo di Erasmus+. In tema di salute e benessere, meritano attenzione l’adesione del Gruppo Feralpi al progetto WHP (Workplace Health Promotion) e l’introduzione di un innovativo sistema di welfare flessibile denominato WELFer.

La sfera ambientale, rilevante e strategica per Feralpi, grazie allo sviluppo tecnologico e alla costante innovazione, il Gruppo è in grado di mitigare questi impatti e di perseguire obiettivi di miglioramento continuo in un’ottica di medio e lungo periodo. Da tempo è impegnata con successo nella riduzione delle proprie emissioni in aria, acqua e suolo (gli stabilimenti di Lonato del Garda e di Riesa sono certificati EMAS). In un’ottica di economia circolare, Feralpi persegue la minimizzazione della produzione di rifiuti e il loro recupero in luogo dello smaltimento.

Scarica il Bilancio di Sostenibilità 2017

 

Share this Post!

0 Comment

Send a Comment

Your email address will not be published.