Gruppo Feralpi presenta il Bilancio di Sostenibilità 2018

Produrre più acciaio, generare un maggior valore aggiunto per gli stakeholder e ridurre il proprio impatto ambientale nello stesso momento e in un solo anno è possibile. Quelli riportati nel Bilancio di Sostenibilità 2018 del Gruppo Feralpi, uno dei principali gruppi siderurgici in Europa che rendiconta le proprie performance fin dal 2004, sono risultati positivi anche letti attraverso il triplice filtro economico, sociale e ambientale. Il Bilancio è redatto secondo gli Standard del Global Reporting Initiative (GRI) e certificato da ente revisore terzo.

Nella consapevolezza delle sfide che chiamano le imprese ad un rinnovato impegno, Feralpi ha sviluppato i propri programmi nel perseguimento dei Sustainable Development Goals delle Nazioni Unite. In quest’ottica, è impegnata a un’applicazione radicale dell’economia circolare, grazie alle potenzialità intrinseche possedute dall’acciaio e alla promozione di un’industria responsabile, equa e sostenibile. Per raggiungere questi obiettivi Feralpi crede nella collaborazione con le comunità di riferimento e sviluppa qualità della vita sul territorio, tramite l’innovazione tecnologica e sociale, adottando misure per combattere il cambiamento climatico, con l’applicazione di nuove tecnologie. I risultati stanno nei numeri.

La centralità delle risorse umane e il ruolo sociale dell’impresa
Al 31 dicembre 2018, il 96,3% del personale del Gruppo Feralpi, ovvero 1.548, è assunto a tempo indeterminato e le ore erogate di formazione sono state 30.700. Sono numeri che, nel sottolineare la centralità delle risorse umane, evidenziano l’importanza strategica delle competenze, sempre più determinanti nell’epoca della trasformazione digitale. Infatti, le figure lavorative e le competenze sono sensibilmente diverse dal passato ed hanno raggiunto un livello di sofisticazione imposto da uno sviluppo tecnologico sempre più attento alla qualità e agli impatti ambientali.

Un passo in avanti verso la Dichiarazione Non Finanziaria (D.Lgs 254/2016)
Nella volontà di anticipare l’evoluzione normativa nell’ottica del processo di transizione in corso tra Bilancio e Dichiarazione Non Finanziaria, il Gruppo Feralpi ha scelto volontariamente di allinearsi il più possibile al D.Lgs 254/2016 (ad oggi richiesta esclusivamente ad alcune aziende quotate e/o di interesse pubblico) per rendicontare i propri dati non finanziari attraverso tre direttrici: sintesi dei rischi, racconto della gestione e presentazione dei risultati ottenuti.

Il commento
«Vogliamo partecipare alla crescente sensibilità per l’ambiente e per la qualità della vita – ricorda Giuseppe Pasini, presidente del Gruppo Feralpi -, non solo perché si tratta di obiettivi coerenti con il nostro sistema di valori, ma anche perché riteniamo che nei prossimi anni non sarà più possibile fare impresa nel modo tradizionale».
«Nell’attività tipica e nei rapporti con gli stakeholder – continua – siamo consapevoli delle sfide che abbiamo davanti come imprenditori e come persone. È una responsabilità che implica trasparenza e voglia di agire. Il Bilancio di sostenibilità, letto secondo questa visione, è uno strumento formidabile poiché trasmette in modo oggettivo l’impegno del Gruppo Feralpi nell’integrare nella strategia di crescita gli Obiettivi di Sviluppo Sostenibile dell’Agenda 2030 delle Nazioni Unite, ovvero i risultati raggiunti e i traguardi ancora più ambiziosi che ci prefiggiamo di tagliare».

Scarica il Bilancio di Sostenibilità 2018

Vai alla scheda Azienda di Gruppo Feralpi

Share this Post!

0 Comment

Send a Comment

Your email address will not be published.