Gruppo CAP, ha presentato il suo primo piano di sostenibilità

In occasione del convegno “L’industria che verrà: sensibile, resiliente, capace di innovare”, tenutosi l’8 maggio all’Area Pergolesi di Milano in collaborazione con Ambrosetti – The European House, Gruppo CAP ha presentato la sua roadmap per rispondere alle sfide di sostenibilità attuali e future in modo efficace e innovativo.

Ridurre il consumo di acqua per portare la Città metropolitana di Milano a raggiungere la media europea. Triplicare il numero di utenti che bevono solo o quasi acqua del rubinetto. Recuperare la maggior quantità possibile di materia ed energia in ottica di economia circolare, riducendo le emissioni di CO2 e la dispersione di acqua nella rete.
Rendere le città più resilienti, puntando su sistemi efficaci di drenaggio urbano. Non ultimo guidare la trasformazione digitale, investendo nei servizi al cliente e nelle tecnologie più avanzate applicate alla rete e agli impianti.

Sono solo alcuni degli ambiziosi obiettivi che Gruppo CAP, ha inserito nel suo primo piano di sostenibilità, roadmap nata dalla riflessione condivisa del management per individuare i cambiamenti nella società prima che si riflettano sul mercato e sviluppare soluzioni efficaci anticipando gli effetti futuri.

Qui di seguito, le voci dei protagonisti del convegno.

Intervista ad Alessandro Russo, presidente Gruppo Cap

Intervista a Enrico Giovannini, professore di Statistica economica, Università di Roma “Tor Vergata”

Intervista a Giorgio Metta, vicedirettore scientifico,

Intervista a Federico Rampini, capo della redazione di New York de “La Repubblica”

Intervista a Giacomo Papi, giornalista e direttore Scuola di scrittura Belleville di Milano

Intervista a Carlo Cici, Head of Sustainability Practice, The European House – Ambrosetti

 

L’articolo completo e i materiali di corredo alla presentazione, sono reperibili alla pagina Sostenibilità di Gruppo CAP

 

Share this Post!

0 Comment

Send a Comment

Your email address will not be published.