Engineering: pubblicata la 5^ edizione del Bilancio di Responsabilità Sociale

Scommettere sull’ingegno. Sull’intelligenza umana capace di trasformare il mondo e di migliorarlo ma anche di rispettarne i delicati equilibri e preservarne le risorse naturali, sempre più preziose.”Una questione di testa” è la frase in cui convergono Vision e Mission di Engineering, e che afferma il suo approccio alla Sostenibilità. Ci vuole “testa”, intelligenza e capacità di guardare lontano per decidere di scommettere sul talento e dare così senso e valore all’impegno quotidiano verso i clienti e la società. Engineering ha scelto di scommettere sull’ingegno per progettare un futuro migliore e sostenibile, con la consapevolezza che questa sia la strada da percorrere per crescere e svilupparsi

 Roma, 23 ottobre 2018 – Apre così, valorizzando la scommessa quotidiana su ingegno e intelligenza umana di Engineering, leader nella Digital Transformation, la 5^ edizione del Bilancio di Responsabilità Sociale (www.eng.it/csr) del Gruppo, redatto in conformità all'”Opzione Core” delle nuove linee-guida “G4 Sustainability Reporting Guidelines”, pubblicate dal Global Reporting Initiative (GRI).

Un’edizione che, come sottolinea l’introduzione di un attento osservatore della realtà come Paolo Pagliaro, racconta di un gruppo industriale in grado di coniugare con chiarezza e trasparenza l’obiettivo di generazione di profitto insito nella natura dell’Azienda con la responsabilità sociale espressa attraverso un comportamento etico nel rispetto e a supporto di tutti gli stakeholder.

È grazie a questo approccio che la responsabilità sociale di Engineering si esprime in tutte le attività strategiche dell’Azienda oltre che in numerosi progetti rivolti alla comunità.

Non solo, in conformità con i princìpi e la metodologia del Global Reporting Initiative, il valore economico diretto generato dal Gruppo, che nel 2017 ha superato un miliardo di euro, è stato redistribuito per il 91% tra risorse umane, fornitori, contributi alle comunità, finanziatori, Stato.

Con oltre 10.500 dipendenti in costante crescita e un’attività diversificata che impatta sul processo di trasformazione digitale dell’intero Paese e di diversi altri mercati internazionali, Engineering ha confermato il proprio impegno a sostenere le comunità e i mercati in cui opera attraverso tre principali aree di intervento: investimento nella formazione delle risorse umane, nella duplice ottica di favorire l’inserimento dei giovani nel mercato del lavoro e di mantenere costantemente alto il livello di aggiornamento delle risorse esperte; la produzione di innovazione – il bene che rappresenta l’essenza stessa del business di Engineering – per tracciare nuovi confini nella definizione di soluzioni tecnologiche che migliorino la vita di cittadini e consumatori; il sostegno ai territori e alle comunità salvaguardando l’ambiente in cui opera e promuovendo numerose iniziative di carattere solidale e umanitario.

Concetta Lattanzio, Direttore Comunicazione e CSR di Engineering, ha affermato: “La trasformazione digitale, i nuovi fenomeni demografici, i cambiamenti climatici e l’esaurimento delle risorse naturali, sono solo alcune delle tendenze in atto nel panorama globale. Capire, interpretare e dare risposta a tali cambiamenti sociali, ambientali ed economici, integrando sostenibilità e business per migliorare la competitività e creare valore condiviso, è la sfida delle aziende del terzo millennio. Per Engineering coincide anche con il core business. Per questo nella nuova edizione del Bilancio di Responsabilità Sociale di Impresa evidenziamo il ruolo strategico e la responsabilità che sentiamo e viviamo per lo sviluppo del Paese. Come leader nella Digital Transformation, Engineering è un’azienda capace di convertire l’intelligenza in una tecnologia che guarda al futuro, immaginando di disegnarlo sempre migliore”.

 DIPENDENTI E FORMAZIONE: il 95% dei contratti di apprendistato convertito in tempo indeterminato

In particolare, nel 2017, l’investimento sul capitale umano si è espresso nell’erogazione di circa 19.000 giornate di formazione presso la Scuola di IT & Management “Enrico Della Valle” a Ferentino (FR), con oltre 200 docenti esperti e 6.000 allievi, in parte già interni e in parte entrati a fronte della serrata ricerca di personale che ha caratterizzato anche lo scorso esercizio (come i precedenti e quello in corso). Un impegno, quello di Engineering, che vale un investimento nel solo 2017 pari a 8 milioni di euro e va ben oltre gli interessi dell’azienda, mirando a colmare un vuoto di formazione su specifiche competenze sempre più richieste per creare un legame tra i giovani neo-diplomati e neo-laureati e il mondo del lavoro. In questa logica rientra anche la decisione di Engineering di mantenere le risorse in-house dopo averle formate, con una conversione del 95% dei contratti di apprendistato in tempo indeterminato.

 INNOVAZIONE: IL BENE PRIMARIO

Sono migliaia i progetti sviluppati da Engineering per portare, attraverso l’innovazione tecnologica e di processo, un beneficio alla vita dei cittadini. Il Bilancio di Responsabilità Sociale 2017 offre una selezione di quelli realizzati nel corso dell’anno. Sono di Engineering diverse tecnologie ICT che tengono sotto controllo le emissioni inquinanti delle navi, servizi digitali per la mobilità urbanapensati per rendere le nostre città sempre più smart, soluzioni contro le discriminazioni e l’hate speech online, software per le politiche tributarie e il contrasto all’evasione fiscale, nonché numerose soluzioni per una migliore gestione della salute del cittadino. Grazie a Engineering, per esempio, vengono gestiti oltre 50 milioni di prenotazioni CUP e 4 milioni di accessi al pronto soccorso, e sono svolti oltre 55 milioni di esami di laboratorio.

TECNOLOGIA E CULTURA

Engineering mette le sue tecnologie più innovative anche al servizio del patrimonio culturale del Paese. La società ha sviluppato il MAXXI Chatbot, una guida robotica a disposizione dei visitatori del Museo Nazionale delle Arti del XXI Secolo, che fornisce loro tutte le informazioni necessarie per la visita, dalle curiosità architettoniche alle informazioni di servizio. Con il progetto internazionale STORM, di cui è coordinatrice, Engineering mira a tutelare il patrimonio artistico italiano analizzando e valutando misure che lo salvaguardino dai cambiamenti climatici e dai rischi naturali, e creando una comunità di stakeholder con cui condividere e gestire prassi ed esperienze per la tutela di musei, monumenti e aree archeologiche.

COMUNITÀ E TERRITORIO

Impegno, inclusione e ascolto delle esigenze della collettività sono temi sui quali Engineering ha da tempo focalizzato la propria attenzione, sostenendo numerosi progetti per un investimento complessivo di oltre 800.000 euro. Nel segno della solidarietà sociale, Engineering ha collaborato con Socially Made in Italy, organizzazione che opera per la formazione e il reinserimento professionale delle detenute del carcere di Venezia, ha confermato la sua partecipazione alle iniziative di raccolta fondi a sostegno delle attività di ricerca della Fondazione Telethon. Il sostegno di Engineering è andato anche a favore di realtà capaci di fare dell’inclusione un punto di forza e di conoscenza, come la squadra Diavoli Rossi del Rugby Varese, formata da atleti di nazionalità tutte diverse, che vivono in Italia come richiedenti asilo.

Per l’azienda l’attenzione al territorio significa anche dare vita a progetti di creazione di valore condiviso per il benessere dei dipendenti e per tutti i cittadini. È in quest’ottica che è nata la ristrutturazione della Stazione di Via Gianturco a Napoli, città dove lavorano più di 500 dipendenti dell’azienda. In accordo con EAV (Ente Autonomo Volturno) Engineering ha finanziato la ristrutturazione e la messa in sicurezza della fermata della Circumvesuviana da anni in stato di degrado, dandole anche un volto nuovo grazie al murales In futuro del writer Geometric Bang.

Da sempre sensibile alla formazione delle nuove generazioni, Engineering ha confermato la sua scelta di mettere a disposizione decine di volontari per Programma il Futuro, il progetto del Miur per l’introduzione del pensiero computazionale nelle scuole, e ha portato avanti l’iniziativa Cresci e post@: diventare grandi senza cadere nelle rete, per insegnare ai ragazzi come utilizzare i social network tutelandosi dal cyberbullismo e dagli attacchi alla privacy.

AMBIENTE

Engineering ha continuato e migliorato il suo impegno nel contenere gli impatti della propria attività lavorativa sull’ambiente in considerazione dell’elevato numero dei dipendenti e delle strutture operative che ha in tutta Italia. In quest’ottica l’azienda ha sviluppato sistemi di limitazione dei consumi energetici, soluzioni che prevedono l’utilizzo di fonti rinnovabili per la gestione dei Data Center, e un serrato controllo sulla produzione e gestione dei rifiuti elettronici. Engineering ha implementato un proprio sistema di gestione ambientale, certificato secondo lo standard internazionale ISO 14001, che copre anche le società controllate Municipia, Engineering D.HUB e Engiweb Security con sede a Napoli, Palermo e Roma.

L’impegno di Engineering in favore dei territori si concretizza anche attraverso progetti a più ampio raggio, come RED (Risk Evaluation Dashboard) attivato in Valle d’Aosta e che prevede la creazione di una dashboard utile per la gestione e la raccolta di dati relativi a rischio valanghe e crolli di roccia. Con questo progetto Engineering ha reso possibile la fruizione di una grande mole di dati, fornendo così un corretto supporto ai processi di decision-making da parte di utenti esperti e un quadro generale ed esaustivo ai funzionari e ai dirigenti delle PA per l’individuazione rapida delle principali criticità legate al territorio da gestire.

Scarica il Bilancio di Responsabilità Sociale 2017
Vai alla scheda azienda di Engineering

Share this Post!

0 Comment

Send a Comment

Your email address will not be published.