Dicesi “Sostenibilità” …

L’Uomo della strada

 

 

 

Sono lieto della sorpresa che ha colto tutti noi per il fatto che in questi ultimi tempi si è finalmente cominciato a parlare di Sostenibilità (e se ne parla tanto), ma forse val la pena ritornare per un momento ai “fondamentali” e ripassare che cosa si intende per “sostenibilità”.

Dunque: dicesi Sostenibilità…

secondo la definizione della Treccani: Sostenibilità, nelle scienze ambientali ed economiche, condizione di uno sviluppo in grado di assicurare il soddisfacimento dei bisogni della generazione presente senza compromettere la possibilità delle generazioni future di realizzare i propri.

Wikipedia si dilunga un po’ di più e ci dice che: in ambito ambientale, economico e sociale, essa è il processo di cambiamento nel quale lo sfruttamento delle risorse, il piano degli investimenti, l’orientamento dello sviluppo tecnologico e le modifiche istituzionali sono tutti in sintonia e valorizzano il potenziale attuale e futuro al fine di far fronte ai bisogni e alle aspirazioni dell’uomo.

Il principio guida della sostenibilità è lo sviluppo sostenibile, che riguarda, in modo interconnesso, l’ambito ambientale, quello economico e quello sociale. I settori culturale, tecnologico e politico sono, invece, considerati come sotto-settori dello sviluppo sostenibile. Per sviluppo sostenibile si intende lo sviluppo volto a soddisfare i bisogni della generazione presente senza compromettere la capacità delle generazioni future di far fronte ai propri bisogni.

La sostenibilità può anche essere definita come un processo socio-ecologico caratterizzato dal desiderio di perseguire un ideale comune. Per quanto possa essere difficile raggiungere tale ideale, un atteggiamento perseverante e dinamico fa in modo che il processo dia luogo a un sistema sostenibile.

Molto più sintetico il Dizionario di italiano ci precisa che sostenibilità è la qualità di ciò che è sostenibile.

L’AsviS, Alleanza italiana per lo sviluppo sostenibile, dice che la Sostenibilità è per dare un futuro alla vita e valore al futuro.

Ermete Realacci, presidente di Symbola, Fondazione per le qualità italiane, afferma che la Sostenibilità è difendere l’ambiente e pensare al futuro.

Girando in Rete si possono trovare tante e tante definizioni o affermazioni o flash sulla Sostenibilità. In estrema sintesi noi possiamo dire che si tratta di ciò che noi, oggi, possiamo fare per le generazioni future.

Ma, a questo proposito, sempre girando per la Rete, mi sono imbattuto in una singolare frase (celebre) di Groucho Marx, , attore di grande successo della prima metà del secolo scorso, noto per il suo senso dell’umorismo sarcastico (sottolineo sarcastico): “Perché dovrebbe importarmene delle generazioni future? Cosa hanno fatto per me?”.

Ugo Canonici

Leggi tutti i “L’Uomo della strada”

 

Share this Post!

0 Comment

Send a Comment

Your email address will not be published.