Come una valanga arriva il business generato dall’innovazione

“Prima sembrava quasi che fossimo persone strane quando parlavamo di centralità del cliente, ora le compagnie di assicurazione ci ascoltano…”. Pietro Menghi, che è un entusiasta di natura, sente e vede che è arrivato il momento dell’insurtech, tanto è vero che sulla soglia dei 50 anni ha lasciato una brillante carriera internazionale nel mondo del brokeraggio per diventare socio e CEO di Neosurance. Lo conoscevo già ma ho fatto una lunga conversazione con lui in vista della sua partecipazione ai Digital360 Awards, in programma a Lazise dal 4 luglio: è uno dei tre startupper chiamati a portare la loro visione e la loro esperienza (gli altri sono Alessandro Petazzi di Musement e Fabrizio Perrone di Buzzoole)

“È come una valanga”, racconta Pietro. “Anni fa vedevi i dipartimenti strategia e innovazione delle grandi aziende che andavano in Silicon Valley per capire e poi tornavano a casa con tante belle idee ma metterle a terra era quasi impossibile, perché c’era uno scollamento con il business. Adesso invece siamo in un momento affascinante in cui le cose accadono, in cui si comincia a fare business, anche in Europa e in Italia”.

Continua la lettura dell’aritcolo di G. Iozzia, da economyup.it del 28 giugno 2019

 

Share this Post!

0 Comment

Send a Comment

Your email address will not be published.