Che caldo che fa

L’uomo della strada

 

 

 

Fa caldo. Ma che caldo! “Caldo” è certo la parola più detta ed ascoltata di questo periodo. Ci siamo lamentati per qualche mese perché, nonostante la primavera, continuavamo ad avere temperature “freschine”, abbiamo invocato tutti il caldo. Ma forse averlo fatto tutti insieme ci ha fatto ottenere una risposta, diciamo così, eccessiva.

Però, in tutto il disagio evidenziato, lasciatemi elevare una voce fuori dal coro: io sono contento. Non perché mi diverta particolarmente a sudare e a boccheggiare, ma perché mi sembra che questa situazione “anomala” ci abbia spinto a riflettere.

A riflettere sul fatto che qualche legame tra questi cambiamenti climatici ed il discorso dell’attenzione a quanto è (sarebbe) necessario fare per trattare un po’ meglio il pianeta, ci sarà pure.

Sappiamo che c’è chi si ostina a sostenere che tutti gli allarmi lanciati da fior di studiosi e di scienziati siano eccessivi, che siano strumentali e forse legati a non confessabili interessi. E forse è vero che ci sono degli interessi. Ma, guarda un po’, magari  proprio in loro. E che fanno di tutto per “far finta di niente” e quindi non cambiare uno status quo che a loro fa comodo conservare.

Ma anche noi, uomini della strada, nel nostro piccolo, ci siamo resi conto che qualche cosa non va. Il nostro bel clima temperato, in Italia, che, quando voleva eccedere, ci impartiva qualche bel temporale, ma poi tornava il sereno, non è più “quello di una volta”. Neanche lui.

Adesso fa freddo nei momenti “sbagliati” e fa caldo, troppo caldo, quando la situazione cambia.

Possibile che sia solo colpa della casualità?

Non varrebbe forse la pena che noi, tutti noi, cominciassimo a pretendere che, chi di dovere, prestasse una attenzione vera, e non solo di circostanza, per cercare di, non dico risolvere, ma almeno mitigare il problema?

Io credo che noi, tutti noi insieme, dovremmo farci sentire di più.

Meditiamo gente. Meditiamo.

Ugo Canonici

Leggi tutti i “L’Uomo della strada”

 

Share this Post!

0 Comment

Send a Comment

Your email address will not be published.