Carslberg Italia, Sustainability Report 2016

In tema di sostenibilità, il 2016 è stato un anno di svolta. La XXII Conferenza delle Nazioni Unite sui Cambiamenti Climatici (COP 22)ha tracciato la linea per implementare lo storico accordo di Parigi del 2015. Già nei primi mesi del 2017, però, il neopresidente degli Stati Uniti ha fatto intendere di voler ritirare la firma dal trattato, cosa che ha annunciato ufficialmente il primo giugno. Un rallentamento cui sono chiamate a sopperire le aziende: secondo la “legge del carbonio”, enunciata dalla prestigiosa rivista Science, la quota di energie rinnovabili nell’industria raddoppierà ogni 5,5 anni.

Carlsberg Italia è impegnata a gestire i rischi connessi ai cambiamenti climatici sia lato produzione, ad esempio aderendo al progetto europeo LIFE IRIS (Improve Resilience of Industry Sector), sia lato consumo, in particolare promuovendo la diffusione dell’innovativo sistema di spillatura DraughtMaster™ che utilizza fusti in PET. Grazie a DraughtMaster™ migliora tanto la sostenibilità ambientale, con minori emissioni rispetto al ciclo di fornitura con fusti in acciaio, quanto quella sociale del consumo di birra. Il suo utilizzo permette infatti di ridurre drasticamente l’utilizzo di bottiglie in vetro, che costituisce un potenziale rischio per la sicurezza, specie d’estate e all’aperto, come testimoniamo le ordinanze dei comuni che ne vietano la vendita il consumo al di fuori dei locali.

(dalla presentazione di Alberto Frausin, CEO Carlsberg Italia)

Scarica il Sustainability Report 2016

 

Guarda la scheda di Carslberg Italia

Share this Post!

0 Comment

Send a Comment

Your email address will not be published.