In questa sezione troverete una selezione di libri legati al tema CSR di cui consigliamo la lettura

Il welfare in azienda

Il welfare in azienda

Imprese 'smart' e benessere dei lavoratori di Luca Pesenti
Siamo entrati nella terza fase di sviluppo del welfare aziendale in Italia. All’inizio c’è stata l’utopia dell’imprenditore illuminato alla Olivetti, con le sue intuizioni personali di un lavoro a misura d’uomo. Poi si è fatta avanti la logica dell’azienda ‘socialmente responsabile’, che la gravissima crisi economica ha reso non più adeguata al mutato clima sociale e culturale. Ora si affaccia la terza fase, quella del ‘valore condiviso’.

Anno: 2016 - Pagine: 120 - Editore: Vita e Pensiero - € 12,00

L’impresa di domani

L’impresa di domani

Innovativa Sostenibile Inclusiva
Il libro, realizzato in occasione della quarta edizione del “Salone della CSR e dell’innovazione sociale”, è un lavoro corale e offre numerosi spunti di riflessione. È un viaggio nel mondo della CSR per mettere a fuoco com’è cambiato il modo di fare impresa. Un percorso che, nelle prime due parti, presenta le riflessioni dei componenti del Comitato scientifico e alcuni brevi saggi di esperti internazionali sul futuro della CSR. Nella terza parte viene dato spazio ai protagonisti del Salone: le organizzazioni che non solo credono nella sostenibilità ma ne hanno fatto una scelta strategica. Attraverso dialoghi e interviste è possibile conoscere da vicino chi sta guidando un cambiamento che appare oggi sempre più urgente in una logica capace di coniugare coesione sociale, innovazione e competitività.
L’obiettivo di questo libro è fare il punto sull’evoluzione della sostenibilità e offrire suggerimenti a chi cerca idee per migliorare la consapevolezza dei diversi attori economici e istituzionali, sostenere lo sviluppo di reti di imprese, stimolare la creazione di filiere sostenibili o altro ancora.

Anno: 2016 - Pagine: 158 - Editore: Egea - Prezzo: 10 euro

Il servizio sociale nel terzo settore

Il servizio sociale nel terzo settore

di Luca Fazzi
La sfida di valorizzare il terzo settore come ambito di sviluppo ed espressione del servizio sociale ha un importante valore strategico per il futuro del servizio sociale stesso. Questa Guida si rivolge agli assitenti sociali per far riscoprire la professione in un nuovo contesto lavorativo, le caratteristiche degli assistenti sociali nel terzo settore, il passaggio da dipendenti a soci, le competenze e le Prospettive future.

Anno: 2016 - pag. 146 - Maggioli Editore - €. 15,00

Il viaggio verso la rendicontazione integrata

Il viaggio verso la rendicontazione integrata

di Eccles R.G.; Krzus M.P.
Tramite l’analisi dei bilanci integrati di 124 aziende nel mondo, il volume mette in evidenza le opportunità e le sfide del reporting integrato, con un focus specifico sull’impiego della tecnologia a supporto del miglioramento delle pratiche di rendicontazione integrata da parte delle aziende.
Anno: 2016 - Pagine: 184 - Editore: Hoepli - € 47,00
Il primo P.A.S.S.O. - Manuale di coaching nutrizionale

Il primo P.A.S.S.O. - Manuale di coaching nutrizionale

di Cinzia Dalla Gassa - Carlo Pettinelli
Questa nuova Guida presenta il primo modello di educazione alimentare integratache guarda all’unicità della vita alimentare.
Attraverso 5 semplici passi (Preparazione, Accoglienza, Storia del cliente, Schemi mentali, Obiettivo) si potrà aumentare l’efficacia degli sforzi di cambiamento, superando i pensieri limitanti, e ottenere risultati soddisfacenti e coerenti con le aspettative.

Anno: 2016 - pag. 132 - Maggioli Editore - €. 16,00

L'uomo al centro dell'impresa

L'uomo al centro dell'impresa

Giacomo Corno dalla Brianza al mondo di Stella Casiraghi Prefazione di don Antonio Mazzi
Giacomo Corno nasce il 31 marzo 1928 a Lissone, dove vive e lavora. In Brianza cresce e matura la sua personalità di uomo e imprenditore. A 18 anni si diploma in Ragioneria, a 20, nel 1948, avvia l’attività professionale dello Studio Corno, a 23 si laurea in Economia e Commercio presso l’Università Luigi Bocconi di Milano.
Commercialista aziendalista, si occupa a tutto tondo delle realtà imprenditoriali di piccole e medie dimensioni. Consulente di noti gruppi industriali italiani, gestisce delicate ristrutturazioni aziendali ed è membro del consiglio di amministrazione di istituti bancari di primaria importanza.
Interessato alle dinamiche dell’internazionalizzazione, organizza numerose fiere e missioni economiche nel mondo coinvolgendo direttamente gli operatori d’impresa. Negli Anni Ottanta fonda il CIS, Centro Studi d’Impresa a Valmadrera, sul lago di Lecco, sede permanente di formazione e ricerca per lo sviluppo delle aziende e degli enti non profit.
Insegna per 20 anni come Docente di Economia Internazionale presso l’Università di Stato MGU di Mosca e la Plekhanov Russian University of Economics che il 19 febbraio 2013 gli conferisce una Laurea honoris causa. Si è sposato con Irene Camber, campionessa olimpionica di fioretto. Ha avuto tre figli - Fabio, Giulio e Giorgio - e otto nipoti. È scomparso l’11 novembre 2014.

Anno: 2016 - Pagine: 128 + 16 - Editore: Guerini e Associati - Prezzo: 17,50 euro

Lavoro sociale e azioni di comunità

Lavoro sociale e azioni di comunità

di Giovanni Devastato
Il volume delinea i principi teorico-metodologici del lavoro sociale di comunità, tratteggiandone le maggiori tipologie, per poi arrivare a enucleare i tratti emergenti delle pratiche comunitarie in Italia.
Segue una sezione dedicata alla ricostruzione dei profili biografico-intellettuali di quelli che riteniamo i Maestri del lavoro di comunità.

Anno: 2016 - pag. 304- Maggioli Editore - €. 26,00

Etica ed economia

Etica ed economia

Verso il nuovo umanesimo economico di Tullio Chiminazzo
Il 17 Maggio 2001 in occasione di un’udienza concessa da San Giovanni Paolo II si costituisce il Movimento Mondiale delle scuole “Etica ed Economia” con la finalità di creare nelle università Corsi di studio Formativi e itineranti nei cinque continenti. Diceva l’allora Papa «Desideriamo che la libertà economica sia inserita in un solido contesto giuridico che la ponga a servizio dell’integrale libertà umana e la consideri quindi una particolare dimensione di questa. (…) La dottrina sociale della Chiesa insegna che la crescita economica deve essere integrata da altri valori, così da diventare crescita qualitativa». (pp28,29)

T. Chiminazzo è un commercialista ed economista d’impresa. Fondatore del Movimento Mondiale delle Scuole Etica ed Economia di Bassano del Grappa, dice: «Senza il collegamento alla persona, senza riferimento alle sue condizioni di vita, senza l’attenzione ai principi che reggono la comunità e i popoli diversi, non è pensabile proporre modalità di gestione dell’economia e della ricchezza, come non è pensabile alcun progetto di crescita che non presupponga sviluppo integrale equo e sostenibile. Senza l’Etica non ha neppure senso parlare di Economia, in quanto la loro interconnessione è nelle cose: Etica ed Economia rappresentano un binomio assolutamente inscindibile.

Anno: 2016 - Pagine: 128 + 16 - Editore: Franco Angeli – Prezzo: 22 euro

A cena in RSA: nutrizione, gusto, cultura

A cena in RSA: nutrizione, gusto, cultura

a cura di Irene Bruno - Alessandro Meluzzi - Vincenzo Pedone
Un viaggio nelle criticità e possibilità della nutrizione con le persone anziane e fragili: l’anziano e la medicina, consenso informato e nutrizione, disfagia e alimentazione, gli alimenti che interagiscono coi farmaci, esperienze pratiche e testimonianze, lo chef stellato che porta gusto nella terza età, la trasformazione della cultura alimentare nel rispetto della tradizione.

Anno: 2016 - pag. 200 - Maggioli Editore - €. 22,00

Sostenibilità competitività comunicazione
20 idee per il futuro
di Rossella Sobrero

 

In pochi anni la sostenibilità ha fatto grandi passi ed è entrata nell’agenda politica e nella strategia di tante organizzazioni. Molte le trasformazioni in corso: dal cambiamento nel linguaggio ai mutamenti negli stili di vita e di consumo; dai fattori che influenzano il mercato a leggi e regolamenti che ridisegnano le regole del gioco. Le imprese stanno modificando processi, prodotti, governance in chiave sostenibile e numerosi sono gli esempi di progetti che affrontano la sostenibilità con focus diversi.

Anche la Pubblica Amministrazione sta innovando, attraverso iniziative finalizzate a creare un sistema più sostenibile e a coinvolgere i cittadini, a livello sia centrale sia locale. Ma quale contributo offre un approccio sostenibile in termini di competitività? E, soprattutto, come va comunicato per essere efficace? Il libro spiega come impostare e sviluppare un piano di comunicazione capace di valorizzare l’impegno sociale e ambientale di un’organizzazione.

A questi suggerimenti si accompagnano le idee di venti esperti su come rendere più sostenibile il nostro futuro: Marco Frey, Massimo Campedelli, Enzo Argante, Anna Puccio, Filippo Addarii, Marco Nannini, Dario Bolis, Giorgio Fiorentini, Luisa Crisigiovanni, Giangi Milesi, Enrico Testi, Stefano Rolando, Elio Borgonovi, Franca Roiatti, Elena Bonanni, Giampaolo Colletti, Fabio Ventoruzzo, Emanuele Nenna, Piermario Barzaghi, Sabina Alzona.

Anno 2018 – Pagine 187 – Editore: Egea – Prezzo: 25 euro

Pensare sostenibile
Una bella impresa
di Barbara Santoro

 

Stiamo attraversando un periodo in cui il futuro sembra portare con sé grandi pericoli e piccole promesse. Che cosa può aiutarci a rovesciare la proporzione? Una strada efficace sembra quella di un nuovo modo di pensare capace di costruire una società globale giusta, sostenibile e pacifica.

Il libro ripercorre l’evoluzione del concetto di sostenibilità, dai primi riconoscimenti dei diritti umani all’idea di una sostenibilità ambientale, economica e sociale, fino alla formulazione dei Sustainable Development Goals (SDGs) che compongono l’Agenda 2030 dettata dalle Nazioni Unite.

La declinazione di questi principi dalla dimensione del dire a quella del fare dà voce, in ciascuna delle tre parti del libro, ad alcuni nomi di spicco. Innanzitutto ai «pionieri» che nel nostro Paese hanno orientato la loro vita professionale e i loro studi ai temi della sostenibilità, creando quel mindset secondo cui l’economia e l’impresa devono essere per definizione sostenibili, altrimenti non hanno futuro.

Quindi agli «intraprendenti», uomini e donne, manager e imprenditori, le cui storie testimoniano quanto nel patrimonio imprenditoriale italiano vi sia già fortemente radicata una cultura della responsabilità di lungo respiro. Infine ai «catalizzatori», coloro che, giocando un ruolo propulsore, possono accelerare il processo di cambiamento in parte già in atto, così da raggiungere la massa critica necessaria a innescare la «rivoluzione sostenibile».

Anno 2018 – Pagine 194 – Editore: Egea – Prezzo: 16,5 euro

Economia circolare in Italia
La filiera del riciclo asse portante di un’economia senza rifiuti
di Duccio Bianchi

Che cos’hanno in comune la riparazione di uno smartphone con la produzione di cemento a presa rapida? E qual è il filo che unisce i rifiuti urbani, la manutenzione di un’automobile o di una motocicletta e la distribuzione dell’acqua, quella che, per intenderci dal rubinetto? Queste, e moltissime altre ancora, sono tutte attività che rientrano nel perimetro dell’economia circolare.

“Economia circolare in Italia” è il primo bilancio sull’economia circolare in Italia, che allarga a nuovi settori – dall’idrico alla manutenzione – le indagini già condotte sull’economia del riciclo. I risultati sono sorprendenti e smentiscono svariati luoghi comuni. L’economia circolare ha un fatturato di 88 miliardi di euro e dà lavoro a 575.000 persone. Conta circa l’1,5% del valore aggiunto nazionale: quasi quanto il settore energetico o quello dell’industria tessile. Il riciclo di materia seconda nell’economia italiana comporta un risparmio potenziale di 21 milioni di tonnellate equivalenti di petrolio e di 58 milioni di tonnellate di CO2. Si tratta di valori equivalenti rispettivamente al 12,5% della domanda interna di energia e al 14,6% delle emissioni. Sono tutti numeri che dimostrano che l’Italia è uno dei pionieri dell’economia circolare. E che quella italiana – anche grazie all’eccezionale propensione al riciclo industriale – è l’economia più performante in materia di produttività d’uso delle risorse materiali e di riciclo di materia in Europa.

 

Anno 2018 – Pagine 110 – Editore: Edizioni Ambiente – Prezzo: 16 euro