Il Gruppo Unipol è il secondo gruppo assicurativo nel mercato italiano e il primo nel ramo Danni, tra i primi dieci in Europa.
A livello consolidato, al 31 dicembre 2014 il Gruppo conta su una raccolta diretta assicurativa pari a 17,8 miliardi di euro, di cui 8,9 miliardi nei Rami Danni e 8,9 miliardi nei Rami Vita.

Unipol adotta una strategia di offerta integrata, a copertura della intera gamma dei prodotti assicurativi e finanziari, ed è particolarmente attiva nei settori della previdenza integrativa e della salute.
Al core business si affiancano la presenza nel settore bancario, nel settore immobiliare e le attività diversificate che estendono il perimetro del Gruppo ai comparti alberghiero, sanitario e agricolo.
Il Gruppo conta oltre 14.000 dipendenti (al netto del ramo di azienda ceduto ad Allianz S.p.A. il 30 giugno 2014), suddivisi tra le sedi principali di Bologna, Milano, Torino e Firenze, le strutture locali e le filiali bancarie diffuse sul territorio.

Serve oltre 16 milioni di clienti, grazie alla capillare rete agenziale composta da oltre 3.000 agenzie* e più di 6.000 subagenzie, oltre a quasi 300 filiali bancarie.
Unipol opera con l’obiettivo di assicurare una crescita sostenibile e di lungo periodo, accompagnata da un’adeguata redditività, a vantaggio di tutti gli stakeholder: azionisti, clienti, agenti, dipendenti, fornitori e comunità.

La società capogruppo, Unipol Gruppo Finanziario S.p.A., è una holding di partecipazioni e servizi le cui azioni ordinarie sono quotate alla Borsa Italiana dal 1990.
Pierluigi Stefanini è Presidente di Unipol Gruppo Finanziario e Carlo Cimbri riveste la carica di Amministratore Delegato e Direttore Generale.

Nel comparto dei servizi assicurativi, il Gruppo opera principalmente attraverso UnipolSai Assicurazioni S.p.A., società a sua volta quotata in Borsa, leader in Italia nei rami Danni, in particolare nell’R.C. Auto.

 

Approfondimenti nel sito ufficiale di Gruppo Unipol.

Guarda la presentazione del Bilancio Consolidato Integrato 2018

Guarda la presentazione della valutazione di impatto 2017 e la tavola rotonda

Guarda la pagina web dedicata ai Bilanci e ai risultati 2017

Post correlati