Intesa Sanpaolo  è un istituto bancario italiano attivo dal 2 gennaio 2007, nato dalla fusione per incorporazione di Sanpaolo IMI in Banca Intesa. Ha sede legale a Torino. Al 29 gennaio 2016 risulta come primo gruppo bancario italiano per capitalizzazione.

La società fa parte del paniere dell’indice FTSE MIB ed è quotata nella Borsa di Milano.

La fusione tra le due banche, annunciata ad agosto 2006, si è poi concretizzata nel dicembre dello stesso anno. La nuova società bancaria ha adottato il modello di governance duale, sistema di derivazione germanica, introdotto con la riforma del diritto societario del 2003, che vede la compresenza di un Consiglio di sorveglianza (che esercita molti poteri tradizionalmente riservati all’assemblea) e di un Consiglio di gestione. In Italia, è la prima applicazione di questo modello in società di grandi dimensioni.

 

Attività

Ha un attivo totale di 676,496 miliardi (dicembre 2015) ed è fra le prime venti banche europee per capitalizzazione di mercato (dicembre 2015).

È la prima banca italiana, con 11,1 milioni di clienti e una quota di mercato pari al 15 % nei crediti e al 16 % nei depositi a livello nazionale (dicembre 2015), e pari o superiore al 13 % in 11 regioni su 20 (settembre 2015).

All’estero ha 8,2 milioni di clienti e circa 1.200 filiali in 12 paesi, soprattutto dell’Europa orientale e mediterranei (dicembre 2015).

 

Maggiori informazioni sul sito istituzionale di Intesa Sanpaolo

La Sostenibilità per Intesa Sanpaolo

Scarica il Rapporto di Sostenibilità 2016

Guarda la Dichiarazione Consolidata non Finanziaria 2017

Post correlati