A proposito di Sostenibilità Digitale

Il punto del Direttore

Non ci si pensa ma un click con il nostro PC può contribuire all’inquinamento ambientale.

Sembra una azione innocua. Ma influenza il mondo esterno, come?

Attraverso l’energia elettrica!

L’energia elettrica è una delle cause prime dell’inquinamento e tocca direttamente la sostenibilità digitale: è stato stimato che il consumo di energia delle Tecnologie di informazione e comunicazione corrisponda a emissioni di 830 milioni di tonnellate di CO2, pari al 2% delle emissioni globali.

La percentuale è in costante crescita.

La sostenibilità digitale direttamente incide attraverso i Data Center (o server farm).

Essi sono luoghi di conservazione dei dati che hanno consentito a privati ed aziende e Pubblica Amministrazione di beneficiare di servizi che ora sono divenuti essenziali. La funzionalità della infrastruttura richiede una enorme energia per il rinfrescamento dell’hardware e per la sicurezza dei sistemi.

La sostenibilità digitale indica un impegno a migliorare il nostro impatto ambientale digitale ottimizzando le risorse energetiche rinnovabili.

Si vede immediatamente come la sostenibilità non è una parola che sottende unicamente all’ambiente, ma implica più fattori.

Trattare della Energia elettrica e i suoi riflessi significa certamente implicare l’ambiente ma l’incidenza rilevante è proprio sulla Economia e sull’Impatto Sociale.

Gestire il Digitale significa ottimizzare tutti questi fattori.

Ci siamo trovati l’Alta Velocità e non ne sapevamo nulla: la usiamo, ma non è stato importante che ci spiegassero i particolari tecnici. Hanno cambiato gli aerei senza che nessuno ci dicesse come erano i motori e la gestione aeroportuale. Come accade per il campo sanitario: pensiamo di saperne qualcosa avendo letto il cosiddetto “bugiardino” che accompagna i farmaci. Ma è il medico che conoscendoci quando sceglie pensa a noi integralmente – almeno così dovrebbe essere.

Gli esempi si potrebbero ripetere per moltissimi mutamenti del nostro vivere.

Dato che la Sostenibilità è un metodo culturale di operatività, la tecnologia digitale, che è uno strumento, può essere utilizzato per modificare e agevolare lo sviluppo sostenibile.

La Sostenibilità Digitale tocca spesso fattori su cui non possiamo intervenire personalmente.

Possiamo però cominciare a capire lo sviluppo tecnologico e vedere dove siamo giunti.

Solo la politica può fare cambiamenti che mutano la situazione generale e le aziende, se hanno imprenditori illuminati, favoriscono cambiamenti di grande sostanza.

I trend attuali per avviarci al 2030 con speranza avvengono per decisioni esterne a noi: pensiamo all’uso del carbone, preservare le foreste, i ghiacciai, i mari, l’aria e le molte iniziative aziendali che hanno iniziato riforme interne in chiave di sostenibilità digitale.

Ad esempio c’è la ricerca di Greenpeace, che analizza le misure delle più importanti aziende presenti in Internet, tesa a verificare l’impatto ambientale del loro Data Center.

Vi sono esempi, e lo dice proprio Greenpeace, che sono davvero importanti.

La miglior azienda è Apple: con il 100% di uso di energie rinnovabili.

 Apple usa la più grande centrale elettrica privata negli Stati Uniti con celle solari nei propri Data Center nella Carolina del Nord. Sia per iCloud che per iTunes.

Anche Facebook fa progressi nel settore digitale: in Iowa l’energia eolica provvede al 34% di energia rinnovabile.

Il sito Rank a Brand ci aiuta a verificare l’impatto in materia di sostenibilità digitale.

La sostenibilità è un grande metodo per il cambiamento: ci si può chiedere che tutta l’energia che consumiamo giunga dalle rinnovabili!

Sarebbe un bel piano di Governo interessante al pari di quello che vorremmo fosse fatto per lo smaltimento dei rifiuti. L’economia circolare non è dietro l’angolo. Occorrono passi intermedi e certamente tanti soldi.

Le discussioni di governo e spesso tante leggi di spesa vanno in altre direzioni. Peccato!

Bruno Calchera
Direttore Responsabile

Share this Post!

0 Comment

Send a Comment

Your email address will not be published.