Tribunale di Milano

La mission del Tribunale ordinario di Milano è quella di assicurare l’amministrazione di primo grado della giustizia, al fine di giungere ad un giudizio equo, imparziale e celere, trattando le cause di natura civile e penale del circondario di competenza o che – comunque – siano attribuite alla propria giurisdizione. Il circondario del Tribunale di Milano, per effetto del ridisegno delle competenze territoriali degli Uffici Giudiziari, in vigore dal 31 marzo 2014, comprende, oltre a Milano, 73 Comuni dell’hinterland.

Inoltre, il Tribunale di Milano svolge funzioni di competenza distrettuale su varie e importanti materie: Tribunale per le Imprese, Tribunale del Riesame, Sezione Specializzata per l’Immigrazione. È altresì Giudice di Appello avverso le sentenze emesse dal Giudice di Pace. Il territorio si caratterizza per una concentrazione umana e una produttività tra le più significative nel Paese.

Di conseguenza, i fabbisogni e le istanze cui il Tribunale di Milano si trova a dover dare risposta risultano di grande rilevanza non soltanto quantitativa, ma anche – e soprattutto – qualitativa: il livello di complessità delle situazioni meritevoli di tutela giuridica diffuse sul territorio richiede, infatti, interventi integrati e competenze specialistiche. Il Tribunale svolge i compiti ad esso attribuiti assicurando il rispetto della Costituzione e delle leggi.

La sua legittimazione deriva dall’osservanza delle norme di procedura, a partire dal necessario contraddittorio tra le parti in condizioni di parità, dalla qualificazione  professionale aggiornata periodicamente del suo personale e dalla qualità  nell’esercizio delle funzioni e nei servizi.

In primo grado, di norma, il Tribunale decide le cause in composizione monocratica (un solo giudice), ma in talune materie civili, sia contenziose che di volontaria giurisdizione, e penali permane la composizione collegiale. La ripartizione di competenze tra i giudici, in materia sia civile che penale, avviene in base al c.d. “sistema tabellare”, che costituisce il cardine della struttura organizzativa degli uffici. Le tabelle delineano l’organigramma dell’Ufficio, la sua ripartizione in sezioni, i criteri di distribuzione degli affari giudiziari e l’assegnazione delle cause ai singoli magistrati. Esse, quindi, disegnano le direttrici dell’attività di organizzazione.

Maggiori informazioni sul sito istituzionale del Tribunale di Milano

La Responsabilità Sociale secondo il Tribunale di Milano

Guarda il Bilancio Sociale 2016

Post correlati

Share this Post!

0 Comment

Send a Comment

Your email address will not be published.